GP ARABIA SAUDITA F1PROVE LIBERE 2

Prove Libere 2 Jeddah: Hamilton precede Bottas, Gasly 3° "brucia" Verstappen, incidente per Leclerc

La prima giornata di prove a Jeddah si chiude con il miglior tempo del campione della Mercedes e un incidente per il ferrarista.

di
  • A
  • A
  • A

Nel secondo turno di prove del GP dell'Arabia Saudita Lewis Hamilton segna nuovamente il miglior tempo e la Mercedes "puntella" la propria attuale superiorità in riva al Mar Rosso con il secondo tempo di Valtteri Bottas a 61 soli millesimi. Pierre Gasly si piazza terzo nella scia del finlandese (+0.081) mentre Max Verstappen è quarto (+0.195)  davanti alla coppia Alpine di Fernando Alonso ed Esteban Ocon. Mezzo passo indietro in classifica e incidente per la Ferrari: Carlos Sainz è settimo a 571 millesimi da Hamilton, Charles Leclerc chiude la top ten (+0.754), finendo senza conseguenze fisiche contro le protezioni a tre minuti dal termine, provocando l'esposizione della bandiera rossa.

L'incidente del ferrarista - per lui da prassi un passaggio al Centro Medico del circuito - chiude con tre minuti di anticipo un turno di prove libere decisamente favorevole a Lewis Hamilton ed in generale alla Mercedes, visto che a Max Verstappen non riesce il guizzo finale del turno d'apertura del weekend. Secondo tempo quindi per Bottas a soli 61 millesimi dal leader e l'olandese della Red Bull relegato alla quarta casella della classifica dei tempi, alle spalle anche di Pierre Gasly. Quarto nel turno delle FP1, il pilota francese di Alpha Tauri avanza di una posizione, a venti soli millesimi dalla Mercedes "di scorta". Per Verstappen insomma una chiusura di giornata non troppo brillante, anche dal punto di vista dei tempi con la monoposto in assetto di gara. Qualche difficoltà di troppo nella comprensione del comportamento degli pneumatici ma - probabilmente - anche la necessità da parte del team di preservare la power unit Honda in vista delle qualifiche. Hamilton intanto è davanti, in ogni condizione d'assetto - e per soli diciotto millesimi non è andato sotto il muro del minuto e ventinove secondi.

Sta sicuramente peggio la Ferrari. Al di là della settima prestazione cronometrica di Sainz - che nel passaggio dal primo a secondo turno ha ridotto di un paio di decimi il ritardo dal miglior tempo - per gli uomini della Scuderia - versante Lecerc del garage rosso - si prospetta però un superlavoro per ricostruire la SF21 del monegasco che ha colpito le barriere (colpendolo prima con il retrotreno e poi ruotando su se stessa) dopo che Charles ne aveva perso in controllo all'ingresso della curva 23, la quintultima della Corniche di Jeddah.

Leclerc figura nella posizione finale di una top ten della quale fanno parte anche le due Alpine di Fernando Alonso ed Esteban Ocon (quinto e sesto a 423 e 537 millesimi da Hamilton). Premesse molto buone per il due volte iridato reduce dal ritorno sul podio due settimane fa in Qatar e per il vincitore del GP d'Ungheria, la cui missione tra Jeddah ed Abu Dhabi è quella di tenere a distanza i diretti rivali di Alpha Tauri nella sfida per il quinto posto Costruttori: 137 punti per gli uomini in bleu, 11 per il team italiano. A proposito, un brillante Yuki Tsunoda - autore dell'ottava performance - completa l'ottimo avvio di weekend della stessa Alpha Tauri. Sergio Perez invece continua a fare fatica ed è inspiegabilmente nono, nonché ultimo dei quattro piloti Red Bull, tra team ufficiale e team satellite. 

Restano fuori dai primi dieci Daniel Ricciardo e Lando Norris, solo undicesimo e dodicesimo  con la McLaren ed al momento lontani dal ritmo necessario per poter ancora pensare di contendere alla Ferrari il terzo posto tra i Costruttori. Alle spalle delle due MCL35 spinte dalla PU Mercedes ci sono le Alfa Romeo Sauber di Antonio Giovinazzi (che non ripete il quinto tempo delle FP1) e Kimi Raikkonen. Entrambi sono al loro penultimo GP: in via definitiva per Iceman, speriamo solo provvisoriamente per il nostro". Il campione del mondo2007 e l'italiano in partenza per la Formula E (con la quale ha già fatto la conoscenza nei test di Valencia) sono a loro volta seguiti dalle Aston Martin di Lance Stroll e Sebastian Vettel.

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti