MERCEDES F.1 CONTRO IL RAZZISMO

Nel Mondiale che scatta in Austria Hamilton e Bottas guideranno una Mercedes "black look"

Il team campione del mondo si chiera contro il razzismo modificando la livrea della propria W11

di
  • A
  • A
  • A

La battaglia portata avanti nelle ultime settimane da Lewis Hamilton, legata alla lotta contro il razzismo, rinfocolata dai dosordini seguiti alla morte di George Floyd lo scorso 25 maggio a Minneapolis hanno prodotto un'iniziativa clamorosa da parte del team del sei volte campione del mondo che nel Mondiale al via in Austria nel wekkend, scenderà in pista con una livrea inedita.

Più che le Frecce d'Argento, ora le dovremo chiamare le Frecce Nere. A quattro giorni dai primi turni di prove libere del Gran Premio d'Austria, la Mercedes ha svelato la livrea "black look" della W11 che sarà guidata in pista da Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, Le monoposto "stellate" sono ora quasi totalmente nere, con pochi inserti rossi e verdi, legati agli sponsor. Sull'halo poi spicca la scritta "End Racism", a identiticare una scelta che il Team Principal Toto Wolff sottolinea con queste parole:

"Razzismo e discriminazione non hanno posto nella nostra societa', nel nostro sport, nella nostra squadra: e' un principio fondamentale per Mercedes".

Così invece Lewis Hamilton:

"È molto importante capire questo momento e utilizzarlo per educare noi stessi, sia che si tratti di un individuo, di un marchio o un'azienda e che si possano apportare cambiamenti reali e significativi quando si tratta di garantire l'uguaglianza e l'inclusione. Ho vissuto personalmente il razzismo nella mia vita e ho visto la mia famiglia e i miei amici sperimentare il razzismo e parlo con il cuore quando faccio appello al cambiamento. Quando ho parlato con Toto delle mie speranze sui progetti che avremmo potuto realizzare come team, ho detto anche che è importante rimanere uniti. Vorrei ringraziare enormemente Toto e tutto il Consiglio d'Amministrazione della Mercedes per aver trovato il tempo di ascoltare, di parlare e di capire veramente le mie esperienze, la mia passione, e per aver fatto questo passo avanti cosi' importante".  

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments