VERSO SILVERSTONE

Mondiale... sottosopra? Ferrari operazione-Silverstone, a caccia di conferme

Appuntamento con la storia ma proiettato nell'avvenire per le Rosse nella decima tappa del Mondiale

di
  • A
  • A
  • A
Mondiale... sottosopra? Ferrari operazione-Silverstone, a caccia di conferme - foto 1
© Getty Images

Movimentato al via dall'incidente che coinvolse Alexander Albon e Guanyu Zhou (allora come oggi al volante di Williams e Alfa Romeo, il GP d'Inghilterra si chiuse con la prima vittoria di Sainz nel Mondiale e ovviamente con la Ferrari. Per la Scuderia di Maranello (che sette giorni più tardi avrebbe fato il bis con Charles Leclerc in Austria), si trattò del ritorno alla vittoria dopo la rimonta di Verstappen seguita allo straordinario avvio di stagione delle Rosse. La doppia "esse" Spielberg-Silverstone ha senso di marcia invertito rispetto a dodici mesi fa e le stesse prospettive ferrariste sono profondamente diverse, se non ribaltate. Allora si trattava di provare a rientrare in corsa per il titolo. Quest'anno, dopo la rifondazione invernale ed un avvio di campionato farcito di problemi, si tratta di puntellare i recenti progressi tecnici e di risultati, innescati dagli aggiornamenti introdotti a giugno sulla SF-23 e sanciti - anche a livello di classifiche - dalla performance austriaca.

Mondiale... sottosopra? Ferrari operazione-Silverstone, a caccia di conferme - foto 2
© Getty Images

Certo, la Red Bull ("la" perché è il solo Verstappen a farla volare) resta un gradino sopra la concorrenza e l'impressione è che l'olandese - in caso di necessità - abbia da parte un margine d'emergenza al quale fare ricorso, senza peraltro nessuno all'orizzonte in grado di costringerlo su base regolare. Silverstone chiama intanto Charles&Carlos ad una conferma del salto in avanti di Spielberg, spiccato ai danni di Mercedes e Aston Martin. Ambizioni personali a parte (Sainz "stacca" a 82 punti - ventiquattro meno di Hamilton - Leclerc a 72, ex-aequo con Russell), il bottino della "campagna austriaca" permette a Maranello di rilanciarsi nella rincosa al secondo posto nel Mondiale Costruttori con 154 punti contro i 175 di Aston Martin e AMG Marcedes appena più su (178).

Mondiale... sottosopra? Ferrari operazione-Silverstone, a caccia di conferme - foto 3
© Getty Images

E anche se la tradizione non è benzina e non fornisce cavalli alla power unit, vale pur sempre la pena ricordare che la Ferrari è la squadra più vincente nella storia del GP d'Inghilterra con diciotto successi: da José Froilan Gonzales che nel 1951 regalò alla Scuderia la prima vittoria della sua storia a Sainz nel 2022. In fondo, nell'era ibrida del Mondiale, solo la Ferrari ha interrotto l'egemonia Mercedes nel GP d'Inghilterra: con lo stesso spagnolo e con Sebastian Vettel nel 2018. Attenzione però alla "fame" dell'insaziabile Verstappen che predica "disinteresse" nei confronti di statistiche e record ma deve ancora lasciare il proprio segno nell'albo d'oro di uno dei GP storici del Mondiale. Sì perché nel 2020 SuperMax attraversò per primo la linea del traguardo di Silverstone ma l'occasione era quella del GP che (a proposito di storia) che nel corso del Mondiale "pandemico" celebrava i settant'anni di storia della Formula Uno e andava in scena sette giorni dopo il GP d'Inghilterra vero e proprio. 

Mondiale... sottosopra? Ferrari operazione-Silverstone, a caccia di conferme - foto 4
© Getty Images

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti