F1 OLANDA

Libere Olanda, Verstappen: "Pista divertente, dobbiamo migliorare". Hamilton: "Costretto a inseguire"

Il pilota olandese non è soddisfatto del passo qualifica, il britannico è stato costretto invece a posteggiare la Mercedes dopo 10' di FP2

  • A
  • A
  • A

La Formula Uno torna a Zandvoort dopo 36 anni e un muro "orange" cercherà di spingere Max Verstappen alla vittoria per sorpassare Lewis Hamilton in classifica piloti. Al termine del venerdì di prove libere l'olandese è davanti al britannico, quinto tempo contro 11°, ma ancora c'è tanto da migliorare per Max: "È stato bello vedere i tifosi sugli spalti, vederli divertiti. Qui ci sono tante curve veloci, la pista è corta e c'è tanto da divertirsi. Non ho potuto usare bene le gomme, ma dobbiamo lavorare su delle cose perché sul passo qualifica non ci siamo".

"Sul passo gara invece siamo stati competitivi, questo è importante. Sappiamo anche quanto siano importanti le qualifiche, perché dove parti è fondamentale qui e dobbiamo analizzare tutto al meglio. Dobbiamo capire meglio alcune cose per fare sempre meglio" ha commentato il pilota Red Bull.

Problemi in avvio di FP2 per Hamilton, che a causa di perdita di potenza del motore della sua W12 non ha potuto girare oltre i primi 10' di sessione: "Abbiamo perso potenza e mi hanno detto di fermarmi, non è di certo la fine del mondo. Abbiamo visto tanta energia venire dagli spalti, oggi ho girato solo 20' e questo ci costringerà ad inseguire. Speriamo domani di poter recuperare, ma Bottas ha fatto vedere cose buone. Nella seconda sessione non ho potuto capire tanto, ma i dati di Valtteri saranno importanti da comparare con quelli degli altri".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments