f1 miami

Libere GP Miami, Leclerc: "Weekend interessante". Sainz chiede scusa: "Pagato caro un testacoda"

Sorrisi e amaro in bocca in casa Ferrari, con i due piloti che tirano le somme dopo la prima giornata di prove libere a Miami

  • A
  • A
  • A

È una Ferrari dal doppio volto quella che nella giornata di venerdì ha portato a termine la prima parte di prove libere sul nuovissimo circuito del GP di Miami. A sorridere nei box del Cavallino è Charles Leclerc, che chiude la giornata col secondo tempo in FP2 alle spalle della Mercedes di Russell: "Direi che è stata una giornata positiva, in cui ci siamo concentrati sul trovare il nostro passo a poco a poco e abbiamo imparato parecchio sulle caratteristiche di questo nuovo circuito. Di sicuro è impegnativo, ma da guidare è molto bello: la mia parte preferita è quella che va dalla curva 11 alla 16, nel secondo settore".

Il monegasco ha poi aggiunto: "Per quanto ci riguarda siamo riusciti a completare il programma effettuando tutte le prove che avevamo pianificato. Sembra che tutti i piloti siano molto vicini fra loro e quindi direi che ci sono i presupposti per un weekend interessante. C’è moltissimo grip nella traiettoria ideale e pochissimo appena fuori, e questo renderà i sorpassi piuttosto complicati. L’asfalto è anche molto aggressivo con le gomme e credo che una gestione oculata durante la gara potrà fare la differenza”.

Fine settimana americano che non inizia di certo nel migliore dei modi per Carlos Sainz, con lo spagnolo che in avvio di FP2 va in testacoda e impatta contro il muro: "Ovviamente non è il miglior modo di iniziare il weekend, visto che ho pagato caro un testacoda che mi ha portato a terminare in anticipo il venerdì. Comunque la vettura mi è sembrata competitiva e sono fiducioso che possiamo ottenere una buona prestazione. È inutile rimuginare su quanto è accaduto, quindi iniziamo da subito a concentrarci su qualifiche e gara. Il lavoro straordinario che tocca ai meccanici è la cosa che mi dispiace di più, andrò a parlare con loro e con il resto della squadra”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti