Raikkonen: "Una Ferrari migliore"

Il pilota finlandese in vista del Gp di Malesia: "Sfortunato in Australia"

  • A
  • A
  • A

A Sepang la Ferrari si appresta a vivere il secondo Gran Premio della stagione. Dopo l'ottimo terzo posto di Vettel in Australia si attendono punti anche da Kimi Raikkonen, costretto al ritiro a Melbourne a seguito di un errore dei meccanici ai box. Il finlandese, in conferenza da Sepang, appare ottimista: "Siamo in una posizione migliore rispetto alla fine dell'anno scorso e quindi è un bel modo per iniziare. Telaio e motore sono migliorati".

Raikkonen analizza i punti di forza e di debolezza della nuova Ferrari: "Siamo più forti in gara ma dobbiamo fare progressi nelle qualifiche - spiega -. Sarà un anno interessante. In Australia abbiamo avuto qualche problema ma abbiamo una buona velocità di punta, potremo lottare con gli altri. La velocità c'è, le cose vanno bene. Abbiamo avuto sfortuna all'inizio ma la macchina ha sempre risposto bene".

Non poteva ovviamente mancare una considerazione su Fernando Alonso che domenica tornerà a gareggiare dopo lo schianto del Montmelò: "Anche io ho fatto qualche incidente. Se non sei pronto ad assumerti il rischio ci sono tante auto dietro pronte a farlo - conclude Kimi -. Rientra nel gioco ma le possibilità di un incidente grave sono superiori nel traffico di tutti i giorni rispetto alla pista".

"In Malesia tutto può accadere, quindi l'obiettivo non deve essere solo quello di confermare la nostra posizione". Sebastian Vettel mette le ali alla sua Ferrari che a Sepang, in un Gran Premio sottoposto a molte variabili, potrebbe anche puntare al gradino più alto del podio. "Dobbiamo attaccare e cercare di chiudere il gap dalla Mercedes e - assicura il pilota tedesco come riporta il sito media della scuderia di Maranello - con le variabili che possono presentarsi qui, una vittoria è sempre possibile". "La squadra è davvero in gamba e credo - aggiunge Vettel - che rispetto allo scorso anno sia stato fatto un grande passo avanti. Ora tocca a noi confermarlo nelle prossime due gare e assicurarsi che stiamo facendo progressi. Con la vettura di quest'anno fin dal primo giorno sono soddisfatto del bilanciamento. Mi piace la macchina, si guida in maniera fluida". L'incoraggiante inizio di Melbourne ha dato al tedesco nuovi stimoli: "Dobbiamo lavorare per confermarci nella posizione in cui eravamo in Australia, idealmente un po' più vicino a Mercedes e un po' più avanti della Williams. Sara' molto combattuta tra noi, Williams e anche Red Bull: credo sia solo una questione di tempo ma torneranno forti".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments