F1, Rosberg: "Rimonta di Hamilton? Non ho pressioni"

In Ungheria il tedesco è pronto ad una nuova battaglia con Verstappen che dice: "Potremo fare qualcosa se affronteremo bene le prove"

Rosberg, Afp

Dopo il secondo posto del Silverstone Nico Rosberg vuole tornare sul gradino più alto del podio in Ungheria anche perchè il compagno in Mercedes Lewis Hamilton è tornato ad un solo punto, 168 a 167. "Mi concentro su ogni singolo weekend. Una volta che termina, volto pagina. Mi sento bene, è stata un'annata molto buona per noi fino a questo momento e ora mi concentrerò su questo fine settimana", ha detto in conferenza stampa.

Il tedesco ha poi aggiunto: "Nessuna pressione, sino ad ora ho avuto la stagione migliore rispetto a tutti". E non crede che la lotta del Mondiale sia riservata soltanto al duo Mercedes: "E' troppo presto per dire se sarà una gara a due. Red Bull e Ferrari hanno avuto alti e bassi, ma la strada è ancora lunga". Poi la questione team radio che è costata a Rosberg il secondo posto a Silverstone: "C'è stato l'esame di queste comunicazioni via radio che ho avuto e sono state giudicate non permesse, quindi c'è stata questa penalità e sono stato retrocesso al terzo posto. Ora ci sono stati ulteriori chiarimenti e noi dovremo aderire letteralmente alle direttive di Charlie Whiting, agli ammonimenti che ci ha dato. Quindi va bene così, d'ora in avanti dovremo cercare solo di aderire a queste procedure".

Poi parola a Max Verstappen in conferenza stampa: "Questa non è una pista favorevole come Monaco per noi, ma potremo fare qualcosa se affronteremo bene le prove libere". Poi una battuta sulle differenze del passaggio da Toro Rosso a Red Bull: "Differenza fra stare a metà gruppo o davanti? Prima mi arrabbiavo quando dovevo lasciare strada, ora quando non me la danno...".

TAGS:
F1
Rosberg
Mercedes
Hamilton
Ungheria
Gp