F1 Italia, Monza contro Bottas: "Buffone"

Wolff: "So che è un weekend difficile per voi...", Valtteri: "Mia missione rallentare Raikkonen"

  • A
  • A
  • A

È scontro verbale tra Mercedes e i tifosi italiani dopo il GP di Monza. Valtteri Bottas ha ammesso che la sua missione "era quella di rallentare Raikkonen" per favorire Hamilton e i tanti ferraristi presenti sotto il podio di Monza gli hanno urlato: "Buffone". Non ci sta il team principal, Toto Wolff, che dopo la gara ha dichiarato: "So che è un weekend difficile per i tifosi italiani, ma non voglio sentire parlare di ordini di scuderia".

Bottas ha spiegato così la sua gara: "Ho cercato di fare il possibile per salire sul podio. La mia missione era quella di cercare di tenere Kimi dietro per un po' e rallentarlo, però alla fine ho puntato al podio e ho battagliato in modo duro con Verstappen. Lui ha avuto una penalità. Giusto così. Come team ci prendiamo questo risultato, abbiamo fatto più punti della Ferrari. Ieri loro erano più veloci e alla fine abbiamo vinto noi. Speriamo di andare ancora meglio la prossima volta".

I team radio di Bottas sono stati piuttosto chiari, con il suo ignegnere di pista che gli ha espressamente chiesto di tenere dietro il connazionale della Ferrari. Non ci sta però il team principal della scuderia anglo-tedesca, che ha sbottato ai microfoni nel dopo gara, incalzato sulla scelta di sacrificare il finlandese a favore del britannico: "I tifosi in Italia sono fantastici siamo innamorati dell'Italia e anche della Ferrari, ma capisco che sia un weekend difficile questo...Abbiamo fatto 1° e 3° e parliamo di ordini di scuderia? Si chiama team, quindi lavoriamo tutti insieme. Io non ho sentito dire certe cose a Valtteri, per me la cosa importante è aver vinto. Siamo stati anche fortunati, perché la Ferrari era la macchina più veloce".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments