F1, libere 2: Mercedes davanti

Rosberg davanti a Hamilton, Ferrari staccate di 5 decimi con Raikkonen che precede Vettel. Passo gara incoraggiante delle Rosse

  • A
  • A
  • A

Dopo la doppietta delle Ferrari nelle prime libere, le Mercedes mettono in chiaro le cose e si riprendono le prime due posizioni nelle seconde libere del GP del Bahrain. Rosberg chiude in 1'34"647 davanti al compagno Hamilton (+ 0"115), dietro di loro ci sono Raikkonen (+ 0"527) e Vettel (+ 0"630). Incoraggiante però il passo gara delle Rosse, che in diversi settori dimostrano di poter dare del filo da torcere alle Frecce d'argento.

Dal tramonto nel deserto del Bahrain arrivano tante indicazioni in vista di qualifiche e gara. Innanzitutto le Mercedes riaffermano il proprio dominio sul giro veloce, con Hamilton che paga poco più di un decimo di distacco su Rosberg a causa di un piccolo errore alla Curva 8 nella tornata lanciata. Davanti c'è il tedesco, che prova a mettere pressione al campione del mondo in vista delle qualifiche di sabato: salvo clamorosi errori o drastici cambi meteo, saranno ancora le due Frecce d'argento a giocarsi la pole position. Da segnalare però che il tedesco chiude la sua sessione con qualche minuto d'anticipo perché viene richiamato ai box per valori anomali nella telemetria.
 
Raikkonen è terzo, Vettel si piazza alle sue spalle. L'ex pilota della Red Bull commette un grosso errore nel suo giro veloce, proprio nella curva che immette sul rettilineo finale. Nel finale il tedesco della Ferrari sta in pista per cercare di scavalcare il compagno ma viene toccato dalla Force India di Sergio Perez ed è costretto a porre termine con qualche minuto d'anticipo alle sue prove. I dati sono incoraggianti per le Rosse: le Ferrari lavorano sul passo gara per buona parte della sessione e fanno registrare tempi nel complesso inferiori rispetto alle simulazioni della Mercedes nelle prime libere.
 
Al quinto posto c'è la Williams di Bottas (+ 0"633), praticamente attaccata al miglior tempo di Vettel. Completano le prime dieci posizioni Ricciardo (+ 0"802), Maldonado (+ 0"827), Nasr (+ 1"146), Kvyat (+ 1"236) e Massa (+ 1"237). Fernando Alonso (+ 1"544) limita i danni con la sua McLaren e termina la sessione al dodicesimo posto, ben sette posizioni sopra al compagno di squadra Jenson Button (+ 4"562): nessun giro veloce per l'inglese, che viene fermato dai suoi ingegneri dopo poche tornate e rientra solo nel finale senza migliorarsi. Sabato alle ore 17 le qualifiche. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments