F1, Gp Austria: vince Bottas

Hamilton è 4°, la Ferrari di Seb allunga a +20 nel mondiale

di
  • A
  • A
  • A

Valtteri Bottas vince il Gran Premio d'Austria e centra il suo secondo successo stagionale nel mondiale Formula 1. Il finlandese della Mercedes parte forte dalla pole e gestisce fino alla fine il ritorno della Ferrari di uno scatenato Sebastian Vettel, che deve accontentarsi della seconda posizione. Sul podio anche la Red Bull di Ricciardo. Seb allunga a +20 in classifica su Hamilton (4° al traguardo), che a sua volta ha 15 punti di vantaggio su Valtteri.

Un weekend che, in fin dei conti, sorride alla scuderia di Maranello. È vero, Vettel non approfitta a pieno della penalizzazione di Hamilton e la vittoria (meritatissima) alla fine va a uno straordinario Bottas, che si ritaglia così di forza un ruolo da protagonista per il prosieguo del mondiale. Seb, però, scava un altro solco nei confronti del rivale mondiale, dopo i due punticini rosicchiati a Baku. Ora è a +20 dall'inglese e a +35 dal finlandese e può pensare alle prossime gare con la tranquillità del leader, in una stagione in cui ha avuto una continuità disarmante per i rivali.

Partenza super di Bottas
, talmente perfetta da far sospettare un jump start. È Vettel a "denunciare" il finlandese nel suo team radio, ma la direzione di gara stabilisce che è tutto regolare e il pilota Mercedes può prendere il largo tranquillamente, con la SF70H di Seb e la Red Bull di Ricciardo che non riescono a tenere il passo della scatenata Freccia d'Argento.

Dietro di loro botti e scintille: Kvyat centra la McLaren di Alonso, che a sua volta va a stamparsi contro la Red Bull di Verstappen: lo spagnolo e l'olandese non riescono nemmeno a finire il primo giro e sono costretti all'ennesimo ritiro di una stagione da incubo per entrambi. Quinto "zero" forzato per Max, terzo per Fernando. Per il russo un inevitabile drive through.

Evitatata la bagarre iniziale, Hamilton intanto comincia la caccia, ritrovandosi in quinta posizione dietro alla Rossa di Raikkonen dopo una dozzina di giri. 

Al termine della girandola dei pit stop Lewis guadagna una posizione beffando Kimi, ma si ritrova con grossi problemi di blistering alla posteriore destra della sua vettura. Nei giri finali lotta da infarto sui tempi tra Bottas e Vettel davanti e tra Ricciardo e Hamilton dietro: la Ferrari si avvicina tantissimo alla Mercedes, scendendo addirittura sotto il secondo di distacco e facendo sognare per qualche curva i tifosi del Cavallino, ma la bandiera a scacchi congela tutte le posizioni. Da sottolineare, oltre all'eterna lotta Ferrari-Mercedes, anche il quinto podio consecutivo di un grande Daniel Ricciardo.

Appuntamento già tra una settimana a Silverstone, con una lotta mondiale che è subito pronta a riaccendersi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments