VERSO LA RIPARTENZA

Formula 1, il 23 giugno test al Mugello per la Ferrari

Vettel e Leclerc convocati in Toscana: un possibile indizio dell'inserimento del circuito nel calendario iridato

  • A
  • A
  • A

La Ferrari si prepara a scendere in pista al Mugello, per quello che potrebbe essere un antipasto di ciò che i tifosi italiani si aspettano a metà settembre. Il team di Maranello ha convocato Sebastian Vettel e Charles Leclerc per un test con la SF71-H del 2018 il 23 giugno, preferendo il circuito toscano alla pista di Fiorano come sede di un collaudo in vista della partenza del mondiale di Formula 1. I motivi di questo cambio di programma sono molteplici, tra cui la necessità di un luogo chiuso per evitare assembramenti di tifosi, ma non vi è dubbio che possa essere letto come un indizio dell'inserimento nel calendario iridato di un secondo GP d'Italia.

Al momento sono state riprogrammate 8 gare in 6 paesi diversi (con doppi eventi di Austria e Gran Bretagna). Quello di Monza (6 settembre) è l'ultimo appuntamento in calendario, ma le probabilità di un raddoppio anche per l'Italia, con l'esordio assoluto del Mugello, si fanno sempre più alte. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, si è spinto a dichiarare che è "praticamente certo" e la scelta della Ferrari sembra confermarlo. Il GP verrebbe inserito nel weekend successivo a quello sul circuito brianzolo (quindi il 13 settembre), negli stessi giorni in cui la MotoGP correrà a Misano per il GP di San Marino. Un fine settimana unico che, in una situazione particolare come quella dettata dalla pandemia, segnerebbe un momento storico per il motorsport italiano.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments