GP AUSTRIA

Ferrari, Leclerc attacca: "Qualcuno vuole provare a dividere il team, ma noi siamo uniti"

Il monegasco della Ferrari nega il malcontento dopo le scelte di Silverstone, lo spagnolo lancia la sfida in vista dell'Austria

  • A
  • A
  • A

La Formula 1 fa tappa in Austria, ma in casa Ferrari è inevitabile tornare su quanto accaduto a Silverstone. Charles Leclerc smorza le polemiche: "Qualcuno vuole dividerci, ma noi siamo uniti: il rammarico è normale perché c'era la possibilità di fare doppietta". Carlos Sainz, vincitore in Inghilterra, sogna in grande anche a Spielberg: "Che emozione l’accoglienza a Maranello dopo il successo, questo mi dà ancora più fame per riprovarci".

© Getty Images

Domenica 10 luglio andrà in scena l’undicesimo appuntamento stagionale del Mondiali di Formula 1. Il Gran Premio d’Austria si disputerà a Spielberg, su una pista dove la Ferrari non ha mai avuto grandissimo feeling, avendovi raccolto “solo” cinque successi. L’ultimo risale a quasi 20 anni fa ed è datato 18 maggio 2003, conquistato da Michael Schumacher. Ora, per il Cavallino Rampante, è arrivato il momento di invertire la rotta: non solo per quanto riguarda la tradizione storica di questa pista, ma anche in ottica classifica piloti e costruttori di questo 2022.

Charles Leclerc lo sa bene e vuole fare di tutto per cercare di ridurre sensibilmente il divario nella classifica piloti (43 punti) con l’attuale leader, Max Verstappen. Inevitabile, però, tornare su quanto accaduto a Silverstone, dopo le scelte del team che hanno portato a polemiche. Si è parlato addirittura di una "rivolta" all'interno del Cavallino Rampante, con parte dello staff che non avrebbe festeggiato la vittoria. Voci prontamente spente dal monegasco: "Leggere queste cose è scandaloso, c'è qualcuno che vuole dividerci: ma noi siamo una squadra unita. Tutti erano felici per Sainz, e parte del team doveva prendere l'aereo: chi è rimasto per le foto l'ha perso". Archiviate le polemiche, è tempo di guardare a Spielberg: "Vogliamo vincere, sento il supporto del team. Le cose, per me, non sono andate nel verso giusto per una serie di circostanze. Ma con i "se" chiunque è primo in classifica. Ora abbiamo bisogno di tanti weekend puliti, senza che si presentino altri problemi".

In tutto questo il suo compagno di squadra, Carlo Sainz, non vuole lasciarsi sfuggire l’occasione di mettere in fila un pazzesco bis consecutivo. “Non sono in grado di descrivere ciò che avviene nella testa dopo la vittoria a Silverstone”, sostiene lo spagnolo. “Una vittoria che mi ha dato la fame per riprovarci. A Maranello l’accoglienza è stata grandiosa e sono stato con degli amici: è stato bello. Ora qui in Austria ci aspetta un weekend con una gara Sprint: sarà molto interessante”. Sulle polemiche sorte tra Leclerc e il muretto del Cavallino Rampante sulla pista del Regno Unito, Sainz ritiene che comunque “alla fine la Ferrari ha vinto. Penso sia stata una decisione giusta quella di non prendere distanza alla ripartenza. Si è scelto di assicurare la vittoria di squadra. Quando ero in quella situazione, sapevo esattamente cosa fare e credo che il team abbia capito”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti