GP AUSTRIA

F1, Verstappen in Austria per il riscatto: “Qui siamo andati bene in passato”

Il campione del mondo ottimista in vista di Spielberg. Più cauto Hamilton: "Non siamo ancora ai livelli di chi è davanti a noi"

  • A
  • A
  • A

Secondo weekend consecutivo per la Formula 1: domenica 10 luglio toccherà al Gran Premio d’Austria. Sul circuito di Spielberg, che prende il nome proprio dalla Red Bull, Max Verstappen cerca il sesto successo stagionale: "Qui siamo andati bene in passato”. Lewis Hamilton, ancora senza vittorie nel 2022, è più cauto: "A Silverstone è andata bene, ma non so se andrà di nuovo così: la Mercedes è ancora lontana da chi è davanti a noi".

© Getty Images

Dopo Silverstone e la Gran Bretagna, la Formula 1 farà tappa in Austria, per l'undicesimo appuntamento del Mondiale. Comunque andrà, il record di Max Verstappen non sarà minimamente intaccato nemmeno dopo il pomeriggio di domenica prossima. Il pilota olandese della Red Bull, infatti, è il più vincente in assoluto sulla pista di Spielberg, essendosi imposto complessivamente quattro volte (2018, 2019, 2021 e GP Stiria 2021). Ci sono solo altri due piloti in attività a essersi affermati in questo autodromo: Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, entrambi per due volte.

Il Gran Premio d’Austria si correrà nell’autodromo oggi conosciuto come Red Bull Ring e il campione del Mondo in carica vuole sfruttare questo fine settimana per tornare a vincere, dopo il settimo posto a Silverstone, e consolidare la leadership in classifica piloti. “Nell’ultimo Gran Premio, quando il detrito di Tsunoda si è aggrappato al fondo, perdevo due secondi al giro. È stata dura. Pensavo fosse un problema di una foratura, poi della sospensione. La macchina era lontana da una condizione normale pur lavorando sul bilanciamento”. Sulla gara di domenica, “il weekend in Austria è sempre godibile. Questa pista mi piace molto. C’è tanto sostegno dal pubblico e in passato abbiamo ottenuto buoni risultati. Con i cambi di pendenza diventa ancora più interessante, anche se non ci sono molte curve”.

Gli ultimi due podi consecutivi, invece, non tolgono lucidità e obiettività a Lewis Hamilton, più che consapevole del divario tra la Mercedes e i due team avanti in classifica costruttori, vale a dire Red Bull e Ferrari: "A Silverstone è andata alla grande, ma non so se andrà di nuovo così, perché non è mai stato facile per noi in Austria. Se penso a dove eravamo ad inizio stagione, non posso che dire che le cose stanno andando nella giusta direzione. La vettura ha il potenziale per vincere, ma tutto dovrà essere perfetto per noi, perché non siamo ancora al livello dei due team davanti a noi". 

Poi, ci sarebbero gli altri due outsider di questo Mondiale. Anche se “outsider” non lo sono comunque stati più di tanto, viste le ottime prestazioni di questo avvio stagionale. Da una parte c'è Sergio Perez, attualmente secondo in classifica con i suoi 147 punti (-34 da Verstappen): “Ogni anno è incredibile il supporto che riceviamo dalla Red Bull nella nostra gara di casa. L’Austria è sempre speciale e ovviamente vogliamo premiare la fedeltà dei tifosi con un buon risultato”. Dall’altra c’è l'altro pilota della Mercedes George Russell, sempre nei primi cinque posti in gara ad eccezione del ritiro forzato in Inghilterra. “A Silverstone avevamo un bel potenziale, ma qui è diverso. In ogni caso, rimane il fatto che in Gran Bretagna abbiamo fatto un passo avanti”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti