GP MUGELLO

F1, la carica di Leclerc: “Devo dare una svolta”  

Il pilota monegasco della Ferrari si augura un weekend positivo dopo gli ultimi due GP disastrosi. Vettel guarda al futuro: “Ho scelto l'Aston Martin per il progetto convincente”

  • A
  • A
  • A

Il modo migliore per la Ferrari per dimenticare la brutta gara di domenica scorsa a Monza è quello di rimettersi subito in pista. L’occasione si presenta con l’imminente GP del Mugello. Charles Leclerc si sente motivato alla vigilia del weekend toscano: “La Ferrari dovrebbe andare meglio rispetto agli ultimi due appuntamenti”. Sebastian Vettel pensa invece già al futuro: “Ho scelto l’Aston Martin perché il progetto mi ha convinto in ottica futura”.

Vigilia del nono weekend del Mondiale 2020 di Formula 1 molto particolare per la Ferrari: sul tracciato del Mugello la Rossa disputerà infatti il Gran Premio numero 1000 della sua storia. Una ricorrenza che il Cavallino Rampante festeggerà con una livrea a tema sulla propria vettura. La Ferrari, però, è nettamente in difficoltà in questo campionato. Nell’ultima prova a Monza i punti raccolti sono stati zero e la speranza è quella di vederla più competitiva in questa circostanza.

Charles Leclerc si sente motivato a fare bene sul tracciato toscano, dove non si è mai disputata una corsa di Formula 1, e analizza la situazione in vista del fine settimana. “Mi sento bene, ho avuto dei controlli medici lunedì e tutto è a posto. Avevo dei dolori alla schiena dopo l’incidente, ma poi mi sono sentito subito bene. La Ferrari dovrebbe andare meglio rispetto agli ultimi due appuntamenti, spero che le prestazioni di domani lo confermino. Non era stato facile ripartire dopo il lockdown, ma ora abbiamo fatto delle gare e quindi vediamo come andrà”.

Il 23enne monegasco ha poi proseguito: “Il quadro di quest’anno è molto diverso rispetto al passato. Sto faticando parecchio; come team stiamo faticando molto di più. Si impara di più quando si affrontano questi periodi difficili, dobbiamo mantenere la testa alta e rimanere motivati: è la cosa più difficile adesso. Guidare la Ferrari è comunque una motivazione di per sé, quindi non sto soffrendo molto. Sono motivato a fare bene, a dare una svolta alla situazione. Ho un contratto a lungo termine e il mio obiettivo è dare una svolta nel minor tempo possibile. Stiamo lavorando sodo per tornare al vertice”.

Per quanto riguarda invece Sebastian Vettel, gran parte della conferenza stampa ha riguardato esclusivamente l’annuncio del passaggio del tedesco all’Aston Martin. Al riguardo Vettel ha dichiarato: “Perché ho scelto l’Aston Martin? Fin dal momento in cui è stato chiaro che non avrei rinnovato con la Ferrari, mi sono detto che volevo restare in Formula 1, ma solo se ci fosse stata un’opportunità che mi avesse attratto per davvero. L’ipotesi Aston Martin è diventata via via sempre più concreta perché le prestazioni del team si sono fatte molto interessanti. Al tempo stesso”, ha proseguito l’ex campione del mondo, “credo che il regolamento futuro ci possa avvantaggiare, perché dovremo avere una griglia più equilibrata. La struttura che ora si chiama Racing Point e l’anno prossimo sarà Aston Martin non ha mai avuto il budget per competere con i top team, eppure ha ottenuto risultato di rilievo. In futuro, con il budget cap, sono convinto che si possa fare davvero bene”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments