F1 Giappone, i piloti Mercedes: "Orgogliosi di questo team"

Il team di Brackley conquista il sesto titolo costruttori di fila ed eguaglia il record della Ferrari dell'era Schumacher-Todt

  • A
  • A
  • A

Nel giorno del ritorno alla vittoria di Bottas e con il titolo piloti ormai saldamente nelle mani di Hamilton, in casa Mercedes è tempo di far festa per il sesto titolo costruttori consecutivo, che ha portato la scuderia anglo-tedesca a eguagliare il record della Ferrari dell'era Schumacher-Todt (1999-2004): "Orgogliosi di far parte di questo team - hanno detto in coro Lewis e Valtteri - Risultato impressionante e meritato".

Ha ritrovato il sorriso Bottas, che non vinceva una gara dal GP d'Azerbaigian: "Sono molto felice per questa vittoria. Su questa pista non è mai semplice quando si parte dalla terza casella, ma ci ho creduto e non ho mollato per tutta la gara, sapendo che ci sarebbero state delle opportunità - ha spiegato il finlandese - Sono partito molto bene e poi il passo è stato super, sono riuscito a controllare e mi sono anche divertito, dal primo all’ultimo giro. La strategia? Sapevamo che non ci sarebbe stata molta differenza tra una o due soste, ma per fortuna è andata bene e sono riuscito a spingere quando volevo e a gestire quando serviva. Sono davvero molto felice di far parte di questo team, il sesto titolo è qualcosa di incredibile".

Pensa soprattutto a celebrare il risultato di squadra Hamilton, al termine di una domenica che lo ha lasciato un po' deluso dalla gestione dei suoi pit-stop, visto che senza la doppia sosta avrebbe potuto tranquillamente vincere: "Non voglio parlare di me, devo innanzitutto fare le congratulazioni a tutto il team per il sesto titolo - ha detto il quasi sei volte campione del mondo - Per quanto riguarda la gara, non sarebbe stato diverso se non ci fosse stato in ballo il titolo costruttori, perché abbiamo sempre avuto modo di battagliare alla pari fin dall’inizio della stagione e sarà così anche nelle ultime quattro gare".

C'è entusiasmo, naturalmente, anche nelle parole di Toto Wolff, il team principal che è stato grande artefice di quest'era di successi incredibili: "Sono molto felice di avere eguagliato la Ferrari, sono contento di questo record perché è veramente difficile rimanere competitivi ogni anno, spingere, innovare e motivarsi. Non so dire se stiamo scrivendo un'epoca, non siamo personaggi politici, di sicuro è una pagina importante per il nostro sport".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments