F1 Germania, Leclerc e Vettel fanno volare la Ferrari anche in FP2

Le Rosse tengono a bada Hamilton e Bottas, il monegasco meglio del padrone di casa

di
  • A
  • A
  • A

Charles Leclerc è il pilota più veloce al termine delle prime due sessioni di libere del GP di Germania, undicesima tappa del Mondiale F1. Il monegasco ha fatto volare la sua Ferrari in FP2, chiudendo in 1'13''449 e regolando il compagno di team Sebastian Vettel (+ 0''124). Terzo tempo per il leader del campionato Hamilton (+ 0''146), che ha fatto la differenza nei confronti dell'altra Mercedes di Bottas (4° a + 0''662).

Le Rosse continuano a volare sotto il sole cocente di Hockenheim. Le due SF90 hanno ribadito le ottime performance già messe in mostra nella mattinata, invertendo le gerarchie interne ma confermandosi  le vetture da battere: Charles ha dimostrato la solita straordinaria confidenza con il giro secco, mentre Seb ha evidenziato un ottimo passo gara, specialmente con le gomme soft. Per il padrone di casa, naturalmente, motivazioni alle stelle, sulla pista che nel 2018 segnò di fatto l'inizio della crisi, con quell'incidente alla curva 13 che gli costò le ambizioni iridate. Va detto comunque che le prestazioni di queste prime due sessioni di libere potrebbero lasciare il tempo che trovano, visto che sia per sabato sia per domenica è prevista pioggia, unita a un drastico calo delle temperature. Una condizione che potrebbe favorire le Mercedes, decisamente più a loro agio nel mandare in temperatura le gomme con il freddo.

Hamilton può dunque andare a letto tranquillo, anche perché il distacco dalle due Ferrari è comunque minimo (solo 22 millesimi da Vettel). Bottas, che al momento è il suo unico rivale nel Mondiale con 39 punti da recuperargli, si è beccato oltre mezzo secondo a parità di mescola.

Fuori dai giochi sembrano essere le Red Bull: Verstappen ha chiuso con il 5° tempo a + 0''684, mentre per Gasly, dopo bella prestazione di Silverstone, il weekend è cominciato in salita. Il francese ha ottenuto solamente il 15° tempo, prima di disintegrare la sua monoposto contro le barriere in uscita dall'ultima curva, mentre simulava il ritmo gara nei minuti finali del turno. 

In top 10 hanno chiuso a sorpresa la Haas di Grosjean (+ 0''730) e la Racing Point di Stroll (+ 0''819), due tra i piloti più in ombra nella prima metà della stagione, seguiti da Raikkonen con l'Alfa Romeo (+ 1''009), Hulkenberg con la Renault (+ 1''023) e Perez con l'altra Racing Point (+ 1''069). Male Antonio Giovinazzi, che si è piazzato al 17° posto girando a quasi un secondo dal compagno di team.

LIBERE 2, I TEMPI

CALENDARIO E CLASSIFICHE

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments