GP CANADA

F1 Canada, libere bagnate a Montreal con Norris davanti a Sainz e Leclerc

Il pilota britannico precede le due SF-24 che avevano fatto bene sul tracciato umido del Gilles Villeneuve

  • A
  • A
  • A

Le prime libere del GP del Canada di F1 portano la firma di Lando Norris. In una sessione iniziata con 25 minuti di ritardo a causa delle avverse condizioni meteo a Montreal, con la pista che è stata asciugata dopo l'acquazzone e una grandinata al Gilles Villeneuve, il pilota britannico del team McLaren chiude in 1:24.435 precedendo di tre decimi la Ferrari di Carlos Sainz e di otto decimi quella di Charles Leclerc. In top 5 anche Lewis Hamilton, con un ritardo di un secondo e mezzo, e Max Verstappen che chiude lontano dalla McLaren (+2.067).

Si gira poco o nulla a Montreal nelle prime libere, giusto quei minuti necessari ai piloti per prendere confidenza con la pista il cui tracciato è stato riasfaltato di recente e che, in alcuni punti, ha mostrato qualche insidia. Chiedere a Zhou per informazioni, con la Kick Sauber del cinese che ha causato una bandiera rossa che ha portato allo stop della sessione già iniziata in ritardo e che, minuto più minuto meno, è durata 20 minuti.

Il tempo necessario per la pista di asciugarsi, vedere le Ferrari fare il loro lavoro per poi essere "beffate" dalla McLaren. Alla fine, infatti, è Lando Norris a registrare il miglior tempo della prima sessione di libere del venerdì, con la sua McLaren con gomma soft capace di fermare il cronometro in 1:24.435 davanti alle SF-24 di Carlos Sainz e Charles Leclerc. I due della Rossa, infatti, avevano ben figurato sul bagnato mettendo le monoposto del Cavallino davanti a tutte, salvo poi alzare le mani nel finale.

In top 10, oltre ai citati Hamilton e Verstappen, anche Piastri e Gasly, seguiti da Bottas, Perez e Russell. A chiudere la classifica, con ritardi sostanziosi da Norris che vanno dai 4 ai 16 secondi, Ricciardo, Tsunoda, Magnussen, Hulkenberg, Alonso, Sargeant e Stroll.

Preferiscono invece non girare Doohan, che sostituiva Ocon in Alpine, e Albon. Nessun tempo, causa bandiera rossa, per Alexander Albon.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti