"Gomme? Decisione condivisa"

Il tedesco partirà ottavo: "Se la pioggia fosse arrivata prima..."

  • A
  • A
  • A

Il disastro che si è consumato ai box Ferrari e che costringerà Vettel a partire dall'ottava posizione nel Gp del Giappone a Suzuka ha fatto saltare il tappo nella Scuderia di Maranello. Vettel ci è andato giù pesante nelle dichiarazioni post qualifiche, Arrivabene si è detto infuriato. Il pilota tedesco ha spiegato: "Sembriamo degli idioti. È stata una scelta condivisa con il team. Io ero d'accordo con l'utilizzo della media, potevamo fare diversamente".

Gravissimo l'errore di strategia del box di Maranello, che ha fatto uscire Vettel e Raikkonen con le gomme intermedie quando la pista era ancora asciutta. Ne ha approfittato la Mercedes, che con gomme da asciutto ha monopolizzato la prima fila. Vettel non è riuscito a fare un giro utile, una volta rientrato ai box e montato le gomme da asciutte nel frattempo ha iniziato a piovere

"Stava per piovere, pensavamo che avrebbe piovuto di più ma non è stato così, ha piovuto dopo - ha proseguito il tedesco della Ferrari - Ora sembriamo degli idioti ma se avesse piovuto 5 minuti primi sarebbe andata bene. Sono cose che succedono, non è stata la miglior sessione ma la decisione l'abbiamo presa a livello di team", ha concluso Vettel.

"Ho provato a evitare i tratti bagnati della pista, ma con questa gomma abbiamo perso la possibilità di piazzarci davanti - il commento di Kimi Raikkonen, quarto - Sicuramente la tempistica non è stata delle migliori, con il bel tempo staremmo a parlare di un'altra storia. Domani vedremo che tempo farà".

Ancora più pesante la reazione del team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene: "Visto come è andato il weekend oggi non sarebbe stato semplice fare la pole, detto ciò quello che è successo oggi è difficile da mandare giù. Io ci metto sempre la faccia e continuerò a farlo, ma quanto accaduto oggi è inaccettabile. È stato fatto un errore grave".

"È una questione di scelte, non di strategia. Io non intervengo mai nelle scelte tecniche, ma oggi sono arrabbiato. Ci sono rimasto un po' male", aggiunge ancora il manager della scuderia di Maranello. "È vero che siamo una squadra giovane, che siamo tutti impegnati per fare del nostro meglio, ma a volte serve un po' più di esperienza e furbizia. A volte devi saper cogliere le occasioni quando si presentano, avere quel sesto senso e quello spirito 'corsaiolo' che a noi manca", prosegue Arrivabene.

"È inutile fare processi, è sicuramente successa una cosa che non va bene. Ne abbiamo parlato, abbiamo ragionato e ho invitato tutti a fare certe riflessioni. Ora c'è una gara da fare, bisogna andare in pista con determinazione e serenità", conclude il Team Principal della Ferrari.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments