FORMULA 1

Dallo speronamento all'abbraccio: la strana domenica di Alonso e Schumacher Jr.

Nel dopogara di Istanbul lo spagnolo si è scusato con il figlio del suo rivale per il titolo di quindici anni fa per l'incidente del primo giro.

di
  • A
  • A
  • A

Come si dice in questi casi, hanno fatto il giro del mondo le immagini di Fernando Alonso che, al termine del GP di Turchia avaro di soddisfazioni per entrambi, si è scusato con Mick Schumacher per averlo speronato al termine del primo giro con un abbraccio che, ai più attenti, ha riportato con la memoria alla sfida tra lo spagnolo ed il papà del pilota della Haas, quando lo stesso Mick era ancora un bambino.

Aveva esattamente sette anni e mezzo Mick quando l'attuale pilota Alpine vinceva matematicamente il suo secondo titolo iridato consecutivo con la Renault al GP del Brasile, chiudendo a suo favore la sfida lunga un'intera stagione con Michael Schumacher. Vedere oggi l'ex ferrarista spagnolo ancora in pista ed ingaggiato con il figlio  del grande campione tedesco fa già di suo sensazione ma vederlo stringere Mick dopo averlo speronato al termine di un primo giro da incubo per lo spagnolo (accompagnato fuori da Gasly alla prima staccata) ha rimescolato dentro tutti quelli che hanno a vario titolo testimoniato quella sfida sportiva di ormai quindici anni fa tra Fernando e Michael. 

D'altra parte, da quando il giovane Schumacher è arrivato in Formula Uno (e lui stesso vi è rientrato dopo un paio di stagioni), Alonso non ha mancato di "sponsorizzare" Mick, manifestando la propria stima nei suoi confronti e la speranza che un giorno possa mettersi al volante di una monoposto competitiva. Chissà, con l'inesauribile carica agonistica che lo contraddistingue e l'animo da "highlander" che si ritrova, magari lo spagnolo sogna proprio di potersi confrontare con Mick per qualcosa di più sostanzioso che una posizione nelle retrovie (Alonso ha chiuso il GP in 16esima posizione, Mick in 19esima). Insomma, battere di nuovo... Schumacher. Stima sì, ma soprattutto autostima!

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments