GIORNATA 17

Serie B: Empoli solo in vetta, Salernitana battuta dal Pordenone. Senza gol Lecce-Monza, Frosinone e Brescia ko

I toscani battono 2-0 il Cosenza e volano al primo posto in solitaria grazie al 2-0 dei ramarri all'Arechi. Solo 0-0 al Via del Mare, ciociari battuti 2-1 dalla Spal

  • A
  • A
  • A

Nella diciassettesima giornata di Serie B, l’Empoli vince 2-0 a Cosenza ed è solo in vetta: al San Vito, decidono Olivieri su rigore e Mancuso nel finale. Toscani primi grazie al ko della Salernitana, battuta 2-0 in casa dal Pordenone, in gol con Barison (73') e Diaw (93’). Finisce 0-0 il big match tra Lecce e Monza, Entella e Spal superano Cittadella (1-0 a Chiavari) e Frosinone (2-1 allo Stirpe). Brescia travolto in casa: il Vicenza vince 3-0.

COSENZA-EMPOLI 0-2
Successo importantissimo per l'Empoli, che vince 2-0 a Cosenza e resta in vetta. Al San Vito, la prima occasione è per i padroni di casa, che al 27' colpiscono la traversa con il colpo di testa da calcio d'angolo di Sacko. La formazione di Dionisi, però, passa in vantaggio all'ultima azione del primo tempo: fallo in area di Tiritiello su Matos e Olivieri, dal dischetto, sigla l'1-0. Nella ripresa, La Mantia si divora il raddoppio sbagliando il diagonale a tu per tu con Falcone. Al 74', gli uomini di Occhiuzzi colpiscono la seconda traversa con il sinistro di Vera spaventando i toscani, che la chiudono all'88': Mancuso, appena entrato, riceve da Mantia e, solo davanti a Falcone, non sbaglia. Finisce 0-2: l'Empoli si presenterà al big match con la Salernitana, in programma al Castellani il 17 gennaio, da capolista.

VENEZIA-PISA 1-1
Il Venezia domina ma viene fermato sull'1-1 dal Pisa. Nel primo tempo del Penzo, i lagunari hanno le migliori occasioni, con Perilli strepitoso su Aramu, Johnsen, Vacca e Di Mariano, ma a passare in vantaggio sono i nerazzurri: al 38', infatti, Marconi trova il diagonale vincente su cross dalla destra di Lisi. Nella ripresa, gli uomini di Zanetti si vedono annullare una rete per fuorigioco di Bocalon e vanno vicinissimi al gol con il colpo di testa di Forte, ma Perilli è ancora miracoloso. All'83', però, arriva il meritato pareggio del Venezia con il colpo di testa su calcio d'angolo di Sbovoda. All'88', il Pisa ha anche l'occasione per l'1-2, ma l'incornata di Palombi si infrange sul palo.

LECCE-MONZA 0-0
Si infiamma solo nel finale il match del Via del Mare tra Lecce e Monza, che non vanno oltre lo 0-0. I brianzoli, con Balotelli in tribuna per un problema muscolare accusato nel riscaldamento, partono forte e dopo 10 minuti sfiorano il vantaggio con il colpo di testa di Barillà di poco a lato. Occasione simile per i salentini sul finire del primo tempo, con l'incornata di Zuta vicinissima allo specchio della porta difesa da Di Gregorio. Nel secondo tempo, le palle-gol faticano ad arrivare: gli uomini di Corini sono pericolosi solo con il destro fuori misura di Coda, mentre gli ospiti ci provano con Maric, che entra e impegna subito Gabriel. Al 90', la formazione di Brocchi resta in dieci per l'espulsione di Bellusci e il Lecce sfiora il colpaccio nel recupero con Dermaku, che non trova il sinistro vincente in area. Finisce 0-0: il Monza sale a 30 punti e scivola a -4 dalla vetta, i salentini sono a 26.

SALERNITANA-PORDENONE 0-2
Secondo ko di fila per la Salernitana, battuta 2-0 da un cinico Pordenone. Buon avvio dei padroni di casa, pericolosi nel primo tempo con la conclusione dal limite di poco a lato di Capezzi e il colpo di testa dal successivo corner di Bogdan. L'episodio che cambia la partita arriva al 29': brutta entrata di Capezzi, che rimedia l'espulsione. Il cartellino rosso regala coraggio ai ramarri, che sfiorano il gol con il sinistro di Diaw. Nella ripresa, gli ospiti insistono impegnando Belec dalla distanza con Ciurria e con Musiolik. I granata non rinunciano ad attaccare e ci provano con il destro di Cicerelli di poco a lato, ma al 73' il Pordenone passa con il colpo di testa di Barison. Finisce malissimo per la formazione di Castori, in nove dopo il doppio giallo a Di Tacchio, mentre gli uomini di Tesser chiudono la partita nel recupero con la rete di Diaw al 93'. I campani, al secondo ko di fila e alla prima sconfitta in casa, si presentano nel peggiore dei modi al big match del prossimo turno contro l'Empoli, ora primo in solitaria a +3 sui granata.

FROSINONE-SPAL 1-2
Gioia finale per la Spal, che espugna lo Stirpe battendo 2-1 il Frosinone. I ferraresi mettono subito le cose in chiaro con il colpo di testa di Valoti di poco a lato. I padroni di casa, però, passano al 26': Tribuzzi recupera palla su Dickmann e serve Kastanos, che con il sinistro insacca. La Spal risponde al 40' con l'1-1 nato dalla splendida punizione all'incrocio di Salvatore Esposito. Nella ripresa, Parzyszek colpisce la traversa dal limite, sfiorando il secondo vantaggio dei ciociari. Nel finale, la Spal si vede annullare un gol a Tomovic per fuorigioco, ma trova comunque l'1-2 con Paloschi, che al'87' insacca dopo un errore di Iacobucci. Il Frosinone, nel finale, si riversa in avanti alla ricerca del pareggio, sfiorato all'ultima azione con il salvataggio sulla linea dopo la conclusione di Tabanelli. La formazione di Marino, però, resiste e porta a casa tre punti che valgono il quarto posto in solitaria, a -1 dal Monza e a -2 dalla Salernitana. Nesta, invece, ha ora solo un punto di vantaggio sul nono posto.

ENTELLA-CITTADELLA 1-0
Continua la risalita dell'Entella, che trova il terzo successo di fila. A Chiavari, i liguri battono 1-0 un lanciatissimo Cittadella, sfortunato nella ripresa. I padroni di casa passano in vantaggio a fine primo tempo con l'azione personale di Mancosu, che percorre metà campo palla al piede e batte Kastrati con la punta, firmando l'1-0 al 41'. Nella secondo tempo, i veneti ci provano soprattutto con Ogunseye, che colpisce una traversa e mette in seria difficoltà Russo. Gli uomini di Vivarini, però, resistono e portano a casa tre punti fondamentali: la salvezza è ora distante solo due lunghezze. Brutto stop, invece, per il Cittadella, che scivola al quinto posto (seppur con due partite in meno).

CREMONESE-CHIEVO 0-2
Vittoria in trasferta anche per il Chievo, che al Zini batte 2-0 la Cremonese e interrompe la striscia di quattro pareggi consecutivi, tornando al successo. I gialloblù passano in vantaggio al 22': fallo in area di Zaccagno su Giaccherini, che dal dischetto non sbaglia. Dopo aver sprecato una grande occasione nel secondo tempo con l'ex Inter Obi, all'81' arriva il raddoppio con il gran destro all'incrocio di Bertagnoli su assist di Garritano. Sono sei i risultati utili consecutivi per la formazione di Aglietti, ad un punto dalla zona playoff. Terzo ko di fila, invece, per la Cremonese, in piena zona retrocessione e con sole due lunghezze di vantaggio sull'ultimo posto.

REGGIANA-PESCARA 0-1
Vittoria soffertissima per il Pescara, che in nove batte la Reggiana al Mapei Stadium. Gli ospiti colpiscono subito l'incrocio dei pali al 20' con Lunetta, ma al 42' restano in dieci per l'espulsione per somma di ammonizioni di Bellanova. La formazione di Breda attacca nonostante l'inferiorità numerica:, con Venturi che deve superarsi sul diagonale mancino di Galano a fine primo tempo. Nella ripresa, i padroni di casa colpiscono un palo con Zamparo, ma a trovare il gol vittoria è il Pescara, che vince grazie al colpo di testa all'86' di Scognamiglio. L'autore della rete si fa espellere tre minuti dopo, ma il Delfino resiste e si regala il sorpasso alla Reggiana, ora terzultima dopo il quinto ko nelle ultime sei gare.

ASCOLI-REGGINA 2-1
Grazie ad una grande rimonta, l'Ascoli, sotto di un gol per 82 minuti, batte 2-1 la Reggina. Al Del Duca, gli amaranto passano in vantaggio al 19': cross dalla destra di del Prato, velo di Rivas e destro vincente di Liotti, che trova l'1-0. I bianconeri, però, trovano il pareggio all'83' con Cangiano, che resiste a Cionek in area e da posizione angolata fa passare il pallone sotto le gambe di un colpevole Guarna. Gli uomini di Sottil completano la rimonta al 91' con il potentissimo destro dal limite di Kragl che vale il 2-1. 7 punti nelle ultime tre partite per l'Ascoli, ora a -3 dalla salvezza.

BRESCIA-VICENZA 0-3
Al Rigamonti, l'eroe di giornata è Jacopo Da Riva, classe 2000 che contribuisce con una doppietta al 3-0 di un rimaneggiato Vicenza sul Brescia. Gli ospiti passano in vantaggio al 34': Gori si invola sulla destra, entra in area e serve proprio Da Riva, che controlla e insacca. Il raddoppio arriva alla fine del primo tempo: angolo di Giacomelli e colpo di testa di Cappelletti, che punisce l'uscita fuori tempo di Joronen. Nella ripresa, gli ospiti non si fermano e trovano il tris: da calcio d'angolo in favore delle Rondinelle, gli uomini di Di Carlo partono in contropiede e segnano ancora con Da Riva, che riceve da Rigoni e realizza la sua personale doppietta al 57'. I padroni di casa provano a rientrare in partita dopo dieci minuti, ma il gol di Torregrossa viene annullato per fuorigioco. Il Vicenza non rischia più nulla e, dopo due ko di fila, porta a casa un 3-0 preziosissimo: i biancorossi salgono a quota 19, due punti sotto il Brescia.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments