SERIE B

Serie B, il Brescia si salva due volte: contro la Cremonese è 2-2. Il Pisa batte 2-1 l’Ascoli in rimonta  

I grigiorossi vanno in vantaggio prima con Pinato e poi Celar, ma vengono raggiunti da Torregrossa e Dessena. All'Arena Garibaldi Vido e Birindelli rispondono alla rete di Bajic dando i tre punti ai toscani

  • A
  • A
  • A

Nel recupero della quinta giornata di Serie B Cremonese-Brescia finisce 2-2. Pinato al 13’ porta avanti i padroni di casa ma questi si fanno raggiungere da Torregrossa al 43’. Stesso copione nella ripresa dove Dessena risponde alla rete di Celar (59’) per il definitivo 2-2. A Pisa (recupero della settima giornata) i neroazzurri vanno in svantaggio con l’Ascoli (a segno Bajic al 51’) ma rimontano nel finale grazie a Vido (79’) e Birindelli (82’).

CREMONESE-BRESCIA 2-2
Boccata d’ossigeno per il Brescia che, dopo due sconfitte consecutive e l’esonero di Diego Lopez, trova un punto preziosissimo in rimonta nella parte bassa della classifica (ora ne ha 10) sul campo della Cremonese, che invece rimane in zona playout (a quota 8). I padroni di casa si portano in vantaggio al 13’: su un contropiede fulmineo, favorito anche dal buco della difesa bresciana, Strizzolo scappa via e serve Pinato in area, che con il mancino non sbaglia. Le Rondinelle reagiscono e colpiscono una traversa con Sabelli, direttamente su punizione. Dall’altra parte Mateju salva sulla linea un tentativo di Ciofani e gli ospiti poi pareggiano al 43’: questa volta la punizione mancina di Torregrossa s’insacca alle spalle di Alfonso. Botta risposta nella ripresa tra il 59’ e il 61’: prima Celar riporta avanti i grigiorossi con un gran destro all’incrocio dei pali, poi Dessena trova l’immediato pareggio con un bel sinistro al volo. La formazione allenata da Gastaldello potrebbe trovare addirittura il gol vittoria, ma Alfonso compie una vera prodezza su Ayé.

PISA-ASCOLI 2-1
Dopo due ko consecutivi torna a respirare il Pisa di D’Angelo che all’Arena Garibaldi batte 2-1 in rimonta l’Ascoli (ultimo con l’Entella) salendo in questo modo a 10 punti in classifica. Errori ed imprecisioni caratterizzano un primo tempo intenso ma privo di particolari sussulti. Le uniche due vere occasioni capitano sui piedi di Lisi da una parte e Buchel dall’altra ma in entrambi i casi Perilli e Leali non hanno problemi a neutralizzare le minacce. In apertura di ripresa la gara è subito più intensa e al 51’ Bajic la sblocca con una conclusione dal limite che non lascia scampo a Perilli e dà il vantaggio agli ospiti. D’Angelo corre allora ai ripari inserendo Gucher e Vido ma è ancora l’Ascoli a impensierire la retroguardia neroazzurra prima con Chirico e poi con Cangiano. Nelle fila toscane, quindi, entra anche Birindelli ed è lui, insieme all’altro subentrato Vido, a confezionare l’uno-due che tra il 79’ e l’82 ribalta la contesa. La rete del pareggio infatti porta la firma del numero 19 pisano (bravo a deviare in maniera decisiva il tiro di Gucher) mentre il 2-1 è frutto del cinismo di Birindelli, abile a battere Leali in diagonale. Nei minuti restanti l’Ascoli non riesce a imbastire una manovra per riprendere i padroni di casa i quali, in questo modo, possono esultare per il proprio ritorno al successo dopo due turni amari.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments