SERIE B

Serie B: il Brescia vola in testa, Frosinone-Lecce senza reti, rimonta Alessandria

Inzaghi supera 3-2 il Vicenza ed è in cima alla classifica, finisce 0-0 il big match di giornata, i piemontesi vincono 3-2 sul campo della Spal

  • A
  • A
  • A

Il Brescia di Inzaghi si impone 3-2 a Vicenza e vola in testa alla classifica di Serie B dopo tredici giornate. Buio pesto invece per Brocchi, penultimo con appena quattro punti. Non si fanno male Frosinone e Lecce: 0-0 ed entrambe restano in lotta per la promozione diretta. Vittorie esterne per l’Ascoli 1-0 con il Pordenone e per l’Alessandria 3-2 in rimonta sul campo della Spal, in cui debutta Giuseppe Rossi. E’ 1-1 tra Ternana e Cittadella.

FROSINONE–LECCE 0-0
Nessun gol e poche emozioni nella sfida d’alta classifica tra Frosinone e Lecce, in cui la paura di perdere prevale sulla voglia di vincere. I pugliesi sfiorano il gol al quarto d’ora con il pallonetto di Gargiulo, che si stampa sulla traversa. Per il resto dell’incontro i tanti errori in fase di impostazione, insieme al timore di scoprirsi troppo, non permettono alle due squadre di creare grandi opportunità. Il match point per gli ospiti arriva al 79’, quando Gargiulo trova Coda con un filtrante in contropiede: il bel diagonale dell’attaccante viene disinnescato da una gran parata di Ravaglia in tuffo. Con lo 0-0, il Lecce sale a 24 punti, il Frosinone a 22. Entrambe restano in piena lotta per la promozione diretta.

PORDENONE–ASCOLI 0-1
L’Ascoli trova il successo 1-0 sul campo del Pordenone, ancora alla ricerca della sua prima vittoria in Serie B. I bianconeri partono forte e sfiorano il gol al 38’ con il mancino di D’Orazio dal limite, fermato soltanto dal palo alla sinistra di Perisan. La gioia della rete è solo rimandata di tre minuti: corner di Maistro, colpo di testa di Salvi a incrociare sul secondo palo e 1-0 per gli ospiti. Nella ripresa Folorunsho impegna Leali con un tirocross insidioso, ma le grandi chance arrivano dall’altra parte. Bidaoui si mangia il raddoppio calciando fuori dopo aver saltato Perisan, con due difensori piazzati sulla linea della porta, poi Iliev impegna il portiere con un tiro violento sul primo palo. L’Ascoli difende l’1-0 fino alla fine e sale a 21 punti, in piena zona play off, mentre il Pordenone resta ultimissimo a 3.

SPAL–ALESSANDRIA 2-3
L’Alessandria rimonta la Spal con uno spettacolare 3-2 esterno, tutto maturato nel primo tempo, e ritrova una vittoria che le mancava da tre partite. I ferraresi passano in vantaggio dopo 21’ con Mancosu, abile a liberarsi in area e a concludere all’angolino con il sinistro. I piemontesi rispondono dopo appena due minuti con Chiarello, perfetto nell’infilarsi tra le maglie della difesa avversaria, agganciare il lancio di Di Gennaro dalla difesa e infilare in rete. Al 28’ i padroni di casa ritornano avanti: Dickmann scambia con Melchiorri e va alla conclusione, che beffa Pisseri sul primo palo anche per una deviazione difensiva. Gli ospiti ribaltano il punteggio prima ancora dell’intervallo: al 35’ Corazza spedisce nel sacco una respinta corta di Seculin su tiro di Mustacchio, due minuti dopo Arrighini gira in rete un cross basso dalla destra. Nella ripresa Clotet concede a Giuseppe Rossi il nuovo debutto in Italia, inserendolo al 70’, ma neanche il doppio palo di Celia e poi Capradossi (da due passi) cambia le sorti dell’incontri. La Spal, che chiude in dieci per l’espulsione di Viviani (per proteste), resta a 14 punti, con uno solo conquistato nelle ultime tre giornate. L’Alessandria si porta a 11 e inizia a intravedere l’uscita dalla zona playout.

TERNANA–CITTADELLA 1-1
Soltanto un pareggio, con rimpianti da entrambe le parti, nella sfida di metà classifica tra Ternana e Cittadella, che si risolve con un 1-1 in fondo poco utile per le due squadre. Gli ospiti sbloccano l’incontro al 23’ con il bel mancino di Vita, che si coordina perfettamente dal limite dell’area sull’assistenza di Antonucci e infila all’angolino. I veneti non trovano il colpo del ko con Antonucci (su cui si supera Iannarilli) e vengono raggiunti al 69’ dal colpo di testa di Partipilo, lesto nell’infilarsi tra i difensori e staccare sul cross dalla sinistra di Defendi. Nel finale gli umbri sfiorano il colpaccio, ma prima Kastrati si oppone al tap-in di Partipilo e poi Palumbo manda fuori lo scavetto da ottima posizione. Il pareggio manda il Cittadella a 20 punti e la Ternana a 17. 

VICENZA-BRESCIA 2-3
Il Brescia vola al primo posto solitario della Serie B grazie alla vittoria 3-2 in rimonta a Vicenza: tre punti di vantaggio delle Rondinelle sul Lecce, in attesa del Pisa in campo domani. Nella sfida tra ex compagni di squadra ai tempi del Milan (ed ex allenatori rossoneri), Inzaghi supera Brocchi condannandolo a un penultimo posto in classifica sempre più complicato con appena quattro punti. Proia illude il Vicenza portando avanti i suoi al 18’, ma gli ospiti ci impiegano solo tre minuti a pareggiare con Palacio. Al 40’ la rimonta è completata con Bertagnoli che approfitta della distratta difesa veneta. Nella ripresa i padroni di casa spingono e al 73’ hanno la grandissima occasione per pareggiare, ma Diaw fallisce il rigore del possibile 2-2. Gol sbagliato, gol subito: al minuto 81’ è ancora Bertagnoli a firmare il tris per il Brescia. Sembra tutto finito, ma lo scatto d’orgoglio vicentino porta Giacomelli ad accorciare le distanze all’84’, quanto basta per regalare un finale emozionante con l’assalto del Vicenza che però non si concretizza.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti