Serie A, Chievo-Bologna 2-2: i gialloblù cancellano il segno meno in classifica

Girandola di emozioni al Bentegodi: in gol Santander, Meggiorini, Obi e Orsolini

Alla sua quarta partita sulla panchina del Chievo, Gian Piero Ventura prima cancella il segno meno dalla classifica dei veronesi, poi rassegna le dimissioni (per il momento congelate dal club). Al Bentegodi, nella 12esima giornata di Serie A, i clivensi pareggiano 2-2 col Bologna, in vantaggio dopo pochissimi minuti con Santander. Il rigore di Meggiorini e la zampata di Obi ribaltano la gara nel primo tempo, Orsolini firma il 2-2 nella ripresa.

Serie A, Chievo-Bologna 2-2

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Alla sua quarta partita sulla panchina del Chievo finalmente Gian Piero Ventura riesce a cancellare il segno meno dalla classifica dei veronesi. Al Bentegodi, nella 12esima giornata di Serie A, i clivensi pareggiano 2-2 contro il Bologna, che era andato in vantaggio dopo pochissimi minuti con Santander. Il rigore di Meggiorini e la zampata di Obi ribaltano la gara nel primo tempo, Orsolini firma il definitvo 2-2 di testa nella ripresa.

>

LA PARTITA

Per cancellare il segno meno in classifica Ventura accantona il 4-3-2-1 visto contro il Sassuolo e torna al 3-5-2 con Obi e la conferma di Kiyine a centrocampo, mentre il rientro di Hetemaj spinge in panchina Giaccherini. Out per infortunio Djordjevic e Pucciarelli, in attacco spazio al tandem formato da Stepinski e Meggiorini. Pippo Inzaghi, che ritrova Danilo in difesa, risponde con un modulo praticamente speculare con Dzemaili e Svanberg a cenrocampo e la conferma del tandem d'attacco composto da Palacio e Santander.

Pronti via e alla prima occasione il Bologna passa. Lancio in profondità per Santander che è in posizione di fuorigioco, ma Bani interviene goffamente e aggiusta il pallone per il Ropero, che di testa batte Sorrentino. Orsato va a rivedere l'azione al Var, consiera quella del difensore clivense una giocata e convalida il gol del vantaggio agli ospiti. Per il Chievo è un duro colpo, tanto che nella prima parte di gara il Bologna è padrone del campo, detta il ritmo e sfiora anche il raddoppio con Palacio (risposta super di Sorrentino). Col passare dei minuti però la squadra di Ventura ritrova equilibrio e distanze e intorno al 20' trova anche il pareggio: grande azione personale di Kyine sulla sinistra, il marocchino sfonda e sul suo cross il tocco di mano in area di Calabresi provoca il rigore che Meggiorini trasforma col sinistro spiazzando Skoruspki. Dopo il pari gara molto equilibrata, le squadre lottano a centrocampo su ogni pallone ma faticano a creare vere occasioni da gol fino agli ultimi minuti della prima frazione, quando Hetemaj mette in mezzo dalla destra e la rovesciata di Meggiorini diventa un assist per Obi, che da due passi e in posizione regolare batte ancora Skorupski e ribalta la partita segnando il 2-1 con cui si va negli spogliatoi.

La ripresa comincia con Orsolini e Poli al posto di Calabresi e Dzemaili e con un Bologna più offensivo e propositivo, ma dopo 5 minuti i padroni di casa vanno vicinissimi al tris con l'incornata di Stepinski, che mette sul fondo da buona posizione. La gara resta molto combattuta e vivace, Svanberg ci prova dal limite ma sbaglia la mira, poco più tardi Orsolini svetta più in alto di tutti sul cross dalla sinistra di Krejci e non lascia scampo a Sorrentino firmando la rete del nuovo pareggio (11'). Trovato il pari Ventura prova a dare imprevedibilità ai suoi inserendo Birsa al posto dell'ottimo Meggiorini, ma a creare i pericoli maggiori è il Bologna prima con Santander, che di testa grazia Sorrentino da due passi (20'), e poi con Orsolini su punizione (altra gran parata del numero 70 del Chievo). Intorno a metà ripresa Inzaghi perde Danilo per un altro infortunio e inserisce Gonzalez, la difesa dei rossoblu ci mette qualche minuto a registrarsi e Birsa prova a punirla con un diagonale che però finisce largo. Anche nella fasi conclusive del match la partita resta godibile, le squadre non rinunciano mai a giocare e provano entrambe a vincerla (buona occasione per Orsolini e gran botta da fuori di Depaoli sulla quale è bravo Skorupski), ma l'equilibrio resiste fino al triplice fischio. Il Bologna sale così a quota 10, mentre il Chievo cancella finalmente il segno meno dalla propria classifica.

LE PAGELLE

Santander 6,5 - ha il merito di sbloccare la partita con il pezzo forte del suo repertorio, tiene in apprensione la difesa di casa per utti i 90' grazie alle sue doti fisiche e alla tanta corsa.
Dzemaili 5 - ancora una prestazione deludente per il capitano del Bologna, che non è mai pericoloso, è spesso fuori posizione e viene sostituito ad inizio ripresa.
Sorrentino 6,5 - nel primo tempo tiene in vita i suoi con una gran parata su Palacio, si ripete anche nella ripresa fermando gli assalti di Santander e Orsolini.
Kiyine 7 - Forse la sorpresa più positiva del pomeriggio dei padroni di casa. L'esterno marocchino classe 1997 dimostra buone qualità tecniche e tanta corsa e crea spesso pericoli alla difesa edl Bologna. Sua la gran giocata dalla quale nasce il rigore del pareggio, sempre sua, nel finale, l'azione che poteva regalare tre punti alla squadra di Ventura. 

IL TABELLINO

Chievo-Bologna 2-2

CHIEVO (3-5-2): Sorrentino 6,5; Bani 5, Rossettini 6, Barba 5,5; Depaoli 6, Radovanovic 5,5, Hetemaj 6 (23'st Leris), Kiyine 7, Obi 6,5 (40'st Pellissier sv); Meggiorini 6,5 (19'st Birsa); Stepinski 5. A disp: Semper, Seculin, Cesar, Giaccherini, Burrachaga, Grubac, Leris, Birsa, Pellissier, Vignato, Juwara, Birsa. All: Ventura.

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski 6; Calabresi 5,5 (1'st Orsolini), Danilo 6 (24'st Gonzalez), Helander 5,5; Mbaye 5,5, Dzemaili 5 (1'st Poli 6), Pulgar 6, Svanberg 5,5, Krejci 6; Santander 6,5, Palacio 6. A disp: Da Costa, Gonzalez, De Maio, Paz, Valencia, Nagy, Poli, Falcinelli, Okwokwo, Orsolini, Destro. All.: Inzaghi.

Arbitro: Orsato
Marcatori: 4' Santander (B), 19' Meggiorini (C), 45' Obi (C), 11'st Orsolini (B)
Ammoniti: Bani, Meggiorini, Kiyine (C), Calabresi, Helander, Krejci (B)
Espulsi: -

LE STATISTICHE

Il Chievo è l’unica squadra nei principali cinque campionati europei a non aver ancora vinto una partita di campionato.
Tre delle ultime quattro sfide in campionato tra Chievo e Bologna giocate al Bentegodi sono terminate in parità. Il Bologna non vince in trasferta in campionato dal 22 dicembre 2017: da allora solo cinque punti guadagnati in 16 partite disputate in trasferta in Serie A.
18 conclusioni per il Chievo contro il Bologna: mai così tanti per i gialloblù in una singola partita in campionato; record stagionale per il Chievo anche in merito ai tiri nello specchio – sette.
Il Bologna non realizzava due gol di testa in Serie A nella stessa partita dal settembre 2013 (Bologna-Milan 3-3).
Il Chievo non realizzava più di un gol in casa dalla prima giornata del campionato corrente (due reti messe a segno contro la Juventus).
Federico Santander ha partecipato a quattro gol nelle ultime quattro partite di campionato (due reti, due assist); prima marcatura di testa e in trasferta per l’attaccante in Serie A.
Tre degli ultimi quattro gol del Bologna in campionato sono arrivati entro i primi tre minuti di gioco.
Primo gol in carriera dagli 11 metri per Riccardo Meggiorini in Serie A; l’attaccante del Chievo non andava a segno dal febbraio 2017 contro il Napoli, al Bentegodi.
Primo gol per Joel Obi con la maglia del Chievo in Serie A; l'ultima rete nel massimo campionato per il centrocampista era stata realizzata lo scorso marzo, a Cagliari, con il Torino.
Secondo gol in campionato per Riccardo Orsolini, il primo messo a segno lontano dalle mura amiche; dopo Santander, è il giocatore che ha preso parte attiva a più gol del Bologna (tre - due reti, un assist).

TAGS:
Calcio
Serie a
12esima giornata
Chievo
Bologna
Ventura

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X