Maran squalificato per bestemmia

Una giornata di stop anche per Mihajlovic. La Samp perde Alvarez per due partite

  • A
  • A
  • A

Il Giudice Sportivo ha squalificato per una giornata l'allenatore del Chievo Rolando Maran, reo di aver pronunciato un'espressione blasfema. La bestemmia è stata "catturata" grazie all'ausilio della prova tv. Anche il tecnico del Torino Mihajlovic non sarà in panchina nella prossima giornata, dopo un calcio alla bottiglietta e per insulti all'arbitro. Stop pesante per la Samp che perde per due turni Ricky Alvarez, espulso per proteste a fine gara.

Il tecnico del Chievo è stato pizzicato dalle telecamere mentre imprecava, camminando di fianco alla propria panchina, dopo il gol della Lazio. Il Giudice Sportivo ha acquisito le immagini televisive e ha comminato un turno di squalifica: "... imprecando senza rivolgersi ad alcuno dei presenti, veniva, tuttavia, chiaramente inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva espressione blasfema, articolata in due locuzioni, individuabili dal labiale senza margini di ragionevole dubbio, e che,pertanto, tale comportamento deve essere comunque sanzionato ai sensi dell'art. 19, comma 3bis, lett. a), e della richiamata normativa sulla prova televisiva". Al posto di Maran, per la sfida con l'Udinese, la panchina del Chievo sarà affidata al vice Maraner.

Un altro allenatore squalificato dal Giudice Sportivo è Sinisa Mihajlovic. Il tecnico del Torino era stato espulso durante il match con l'Atalanta dopo aver dato un calcio alla bottiglietta, una furia sfociata anche in "espressioni ingiuriose" nei confronti del direttore di gara. Tra i giocatori due turni di squalifica per Ricky Alvarez (Sampdoria), ammonito durante la partita con la Roma, ma espulso dopo il fischio finale. Le due giornate arrivano "per aver proferito un'espressione ingiuriosa con tono minaccioso nei confronti del Direttore di gara". Una giornata di stop per Storari (Cagliari) e Dussene (Crotone).

Le dichiarazioni di Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, rilasciate al termine del match perso con la Roma costano invece una doppia multa: 5mila euro alla Sampdoria per responsabilità diretta e 5mila allo stesso presidente, per "per dichiarazioni lesive della reputazione e della credibilità dell'istituzione federale".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments