A GENOVA

Plusvalenze Juve: perquisita la sede Samp, Ferrero indagato

La procura del capoluogo ligure sta indagando sull'ex proprietario della società 

  • A
  • A
  • A
Plusvalenze Juve: perquisita la sede Samp, Ferrero indagato - foto 1
© Getty Images

Massimo Ferrero è indagato dalla procura di Genova nell'ambito dell'inchiesta partita dopo l'invio da Torino delle carte sul giro di plusvalenze della Juve. La Sampdoria, secondo l'accusa, avrebbe ottenuto dei finanziamenti pubblici nel periodo Covid che non gli sarebbero spettati perché i bilanci sarebbero stati artefatti grazie alle plusvalenze. Parte di quei finanziamenti sarebbero poi stati usati per coprire alcune posizioni debitorie delle società cinematografiche di Ferrero in Calabria.

La Guardia di finanza di Genova ha eseguito una perquisizione nella sede del club blucerchiato al fine di sequestrare documentazione amministrativa, contabile e fiscale. Per la Procura genovese, la società blucerchiata avrebbe "esposto in bilancio fatti non veritieri, nonché forme illegali di fatturazione e di acquisizione e utilizzo di finanziamenti assistiti da garanzia pubblica". In particolare sarebbero state "emesse fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti in relazione a compravendite di calciatori intervenute nel 2019 e nel 2020" tra la Sampdoria e la Juventus.

I magistrati genovesi puntano il dito su presunte plusvalenze fittizie e false fatturazioni che avrebbero caratterizzato la cessione dalla Juventus alla Sampdoria del calciatore Emil Audero e la cessione dalla Sampdoria alla Juventus dei calciatori Daouda Peeters ed Erasmo Mulé, avvenute nel 2019, nonché la cessione dalla Juventus alla Sampdoria dei calciatori Nicolò Francofonte, Matteo Stoppa ed Erik Gerbi, e la cessione dalla Sampdoria alla Juventus di Giacomo Virioni, avvenute nel 2020. "Per effetto di tali operazioni - proseguono i magistrati -, si è ritenuto che i bilanci di esercizio del 2019 e del 2020 della U.C. Sampdoria S.p.A. abbiano riportato l'esposizione di una minor perdita e di un maggior valore dell'attivo patrimoniale rispetto a quello reale e che la sopravvalutazione dei calciatori Audero, Stoppa, Francofonte e Gerbi abbia determinato per U.C. Sampdoria S.p.A. l'utilizzo di fatture sovradimensionate e, conseguentemente, l'indebita detrazione di IVA nonché l'annotazione di costi superiori a quelli effettivi".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti