Roma, Mourinho: "Non allenerò mai la Lazio. Calciatore no-vax? Cose private"

Il tecnico portoghese alla vigilia del Milan: "Uno-due calciatori in prestito, ci serve un terzino destro"

  • A
  • A
  • A

Conferenza stampa per José Mourinho alla vigilia della sfida con il Milan. "Per fare la storia bisogna vincere trofei che ora non abbiamo. Dopo il 2010 non è stata la Roma la prima squadra italiana con cui ho parlato - ha detto -. La Roma potevo accettarla, l'altra no. Non è mancanza di rispetto, ma non potrò mai allenare la Lazio". Sul calciatore no-vax: "Cose private". Sul mercato: "Uno-due calciatori in prestito, ci serve un terzino destro"

Getty Images

"Si può fare un grande lavoro senza coppe, questo si può fare. Ci sono giocatori che fanno lavori fantastici senza il trofeo o il grande momento: in questo senso, ti dico che sento che sto facendo un grande lavoro qui. Ma per fare la storia bisogna vincere trofei che in questo momento non abbiamo. Sono solo sei mesi, ma siamo lontani da questo. Allenare altri club? Siamo professionisti e qualche volta dire che non puoi allenare un altro club è dura. E’ un rischio. Però, ci sono dei club a cui tu puoi dire di no e non lo fai per mancanza di rispetto, ma per rispetto verso la squadra che hai allenato in passato. Per dirti dopo il 2010 non è stata la Roma la prima squadra italiana con cui ho parlato. La Roma potevo accettarla, l’altra no. Non è mancanza di rispetto, ma non potrò mai allenare la Lazio. E sicuramente loro pensano lo stesso di me. Sono cose all’interno del rispetto professionale, mai nella mancanza di rispetto dell’altro avversario. Per esempio non ho mai avuto problemi con il Milan, magari una battuta, ma niente di speciale, però ci sono club che non puoi allenare".

Sul calciatore no-vax. "Sono cose private. Per questo noi è sacro. Qualche giocatore anche ha avuto Covid e ha chiesto la privacy. Noi lo rispettiamo. Le regole sono le regole, la legge è la legge e nel momento in cui il Governo decide dobbiamo rispettare la decisione. Non penso che avremo qualche problema internamente".

Sul mercato è ormai fatta per Maitland-Niles. "Di Maitland come tu dici non mi sento molto tranquillo a parlare perché nessuno mi ha detto in modo ufficiale che è un nostro giocatore e in questo momento non lo è. Sarò felice di parlare con te se lo sarà, ma posso dirti che è cresciuto vicino a me, nell’Arsenal, mentre ero al Chelsea, al Tottenham e al Manchester. Il profilo del nostro mercato è noto, non sarà simile all’Atalanta o Fiorentina che prendono giocatori da 20/25 milioni, ma dobbiamo cercare di migliorare la rosa con 1/2 giocatori in prestito. Karsdorp, ad esempio, ha giocato tutte le partite e quando è mancato con l’Inter non eravamo una squadra. Lì, come terzino o ala di destra abbiamo veramente bisogno e il direttore Tiago e la società stanno lavorando a questo livello per cercare un profilo di giocatori che possa andare in prestito".

Con il Milan rientra Pellegrini. “Pellegrini ha recuperato bene, grazie a lui e allo staff non ha avuto le stesse vacanze degli altri facendo quattro giorni di meno. E’ andato forte e dal 30 che siamo arrivati tutti sta lavorando normalmente. Si può giocare, ma non credo 90 minuti. E non credo sia una buona opzione vista la gara di domenica. Iniziare la partita non è un problema. La cosa che non mi piace è non avere opzioni, se abbiamo quei giocatori a centrocampo più Villar e Bove questo per noi è una buona cosa”.

Covid e partite falsate. "A me non piace molto parlare così, quando ci sono 4/5 infortuni e a noi è capitato allora il risultato non è falsato? Se non giocano Pellegrini, Abraham, Zaniolo il risultato non è falsato. Ci sono delle regole con un minimo di giocatori disponibili, noi non siamo una squadra ricchissima di opzione e abbiamo un problema ogni volta che manca un giocatore. Non è falsato, se c’è un minimo sufficiente di giocatori si deve giocare. A me dispiace solo per i tifosi che erano 75% della capacità e tutti noi aspettavamo di andare oltre e invece stiamo andando indietro. Per questa gente mi dispiace”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti