Caos Roma: "De Rossi voleva far fuori Totti"

Repubblica scrive: "Daniele, Kolarov, Manolas e Dzeko volevano l'allontamento dell'ex numero 10 da Trigoria"

  • A
  • A
  • A

L'abbraccio tra Totti e De Rossi di domenica sera è l'ultimo fotogramma impresso nella mente dei tifosi della Roma, ma secondo Repubblica nasconde un anno complicato di tensioni. Secondo il quotidiano romano ci sarebbe stata una vera e propria cospirazione del centrocampista che ha appena dato l'addio al giallorosso ai danni dell'ex numero 10. Carlo Bonini e Marco Mensurati scrivono che De Rossi più i senatori Kolarov, Manolas e Dzeko avrebbero chiesto verso dicembre l'allontanamento da Trigoria dell'ex Capitano, "sostituendolo con qualcuno che lo tenga lontano".

Il tutto facendo fuori anche il tecnico Di Francesco e il ds Monchi. A conferma di ciò ci sarebbe una mail, scritta la mattina del 16 dicembre, di Ed Lippie, preparatore atletico e uomo di massima fiduca di Jim Pallotta, il destinatario. Il presidente, sereno nella sua Boston, viene informato che lo spogliatoio è ormai una polveriera: Di Francesco, Monchi e Totti non sono più ben visti da una parte dei giocatori. Lippie, che ha da pochissimo lasciato la Roma, rivela anche le sue fonti al numero uno giallorosso: il medico sociale Riccardo Del Vescovo e il fisioterapista Damiano Stefanini.

Pallotta decide così di informare gli interessati della mail e "per Totti quel racconto è una ferita profonda". La scelta è quella di non intervenire per compromettere la stagione, ma dopo l'eliminazione dalla Champions per mano del Porto saltano le prime teste: via tecnico, direttore sportivo e anche medico e fisioterapista, grande amico di De Rossi, senza troppe spiegazioni. Da lì in poi saranno mesi di gelo tra Totti e De Rossi fino all'abbraccio di domenica e quel "non volevo" che ora assume diversi significati.



Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments