Adrenalina Roma: lite Dzeko-Florenzi al termine del match col Genoa

Il bosniaco se l'è presa col terzino per un mancato passaggio: a calmarlo ci pensa Strootman

  • A
  • A
  • A

Sarà che, come ha detto Di Francesco in conferenza, quest'anno non ha mai riposato. Sarà che passa le partite a battersi come un leone e a caricarsi la Roma sulle sue spalle possenti. Fatto sta che al termine del match col Genoa Edin Dzeko aveva i nervi a fior di pelle e non le ha mandate a dire a Florenzi: lite tra i due a causa di un mancato passaggio del terzino al bosniaco tanto che è stato necessario l'intervento di Strootman.

Per portarsi a casa i tre punti contro il Grifone, la Roma ha dovuto sudare e faticare più del previsto rischiando di subire il ritorno della rediviva squadra di Ballardini. E nei minuti finali i giallorossi hanno fallito le potenziali occasioni per chiudere i conti. Il primo "errore", nella visione di Dzeko", lo ha commesso Florenzi che ha tentato la conclusione in porta anziché servire proprio il bosniaco che comodo comodo avrebbe potuto segnare il terzo gol. A far infuriare il gigante di Sarajevo ha contribuito anche Schick, entrato con poca lucidità al punto da sbagliare un movimento e mandare in frantumi una possibile ripartenza favorevole. E al fischio finale Dzeko è esploso contro il terzino azzurro, mandato platealmente a quel paese. E' servito l'intervento di Kolarov prima e Strootman poi che ha portato via il bosniaco per evitare una lite più pesante: "Zitto Edin" gli ha ripetuto più volte riportandolo negli spogliatoi nel tentativo di far tornare il sereno.

"Credo che nella vita sia meglio avere euforia ed energia rispetto ad avere la depressione" ha detto Di Francesco a fine match riferendosi all'ambiente che pensa già alla Champions e alla sfida col Liverpool. Di certo la depressione non c'è all'interno dello spogliatoio dove lo spirito guerriero e l'adrenalina di certi campioni non lo faranno annoiare per nulla. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments