Clamoroso al Real: Florentino Perez sta provando a riprendere Zidane

Zizou titubante per l'immediato e disponibile per la prossima stagione quando però non sarebbe l'unico candidato

Clamoroso al Real: Florentino Perez sta provando a riprendere Zidane

Zinedine Zidane può tornare al Real Madrid. Fino a qualche giorno fa sembrava un’ipotesi totalmente impossibile da realizzare, invece nelle ultime ore Florentino Perez ha contattato Zizou per chiedergli di riprendere in mano la situazione. Anche subito. Lo ha riportato Jugones, la trasmissione tv che va in onda su La Sexta e che spesso anticipa notizie ad alto grado di riservatezza che riguardano il Real Madrid. Addirittura viene ipotizzato che il francese possa essere già seduto sulla panchina dei Blancos domenica sera alle 20,45, quando al Bernabeu è in programma la partita di Liga contro il Valladolid. Una voce clamorosa ma che per il momento non sembra destinata a trasformarsi in realtà. Zidane avrebbe gentilmente declinato la proposta di ricominciare subito dando contemporaneamente la disponibilità per tornare a guidare la squadra nella prossima stagione. Ma a quel punto non sarebbe l’unico candidato perché nella rosa dei possibili nuovi allenatori ci son o anche Allegri, Mourinho, Pochettino, Klopp e Low.
La notte di martedì è stata lunghissima per Florentino Perez, che dopo la disfatta contro l’Ajax si è intrattenuto fino alle due nei suoi uffici del Santiago Bernabeu. Insieme a lui tutti i più stretti collaboratori e fino all’una e un quarto anche lo stesso Solari, che ha ribadito la sua posizione: niente dimissioni, avanti a oltranza con le sue idee. Si è pensato a un esonero immediato, ma né Xabi AlonsoRaul, possibili soluzioni interne, sono stati ritenuti all’altezza della situazione. Serve un nome importante e per questo c’è stato il contatto con Zidane, che metterebbe d’accordo tutti.
E sullo sfondo c’è sempre Mourinho, che oltre a essere una soluzione possibile per il futuro ha anche le carte in regola per trasformarsi in un possibile uomo della provvidenza per l’immediato. Non è un caso se in queste ultime ore lo Special One ha ritenuto opportuno far filtrare la sua smentita di circostanza: “Non ci sono stati contatti tra me e il Real Madrid. Essere accostato a quella grande squadra è sempre motivo d’orgoglio per me, ma il Real ha già un allenatore. Le voci nel calcio sono la normalità, ci sono abituato. Mi ha molto sorpreso l’uscita della squadra dalla Champions League, perché sono legato a quei colori e dico che oggi bisogna avere ancora rispetto per quello che il Real ha fatto in questi ultimi anni. Non credo che qualcuno potrà mai ripetere quella serie incredibile di vittorie”. Ma in questo momento il Real è una bestia ferita che si dimena e non sa esattamente dove andare. Ha bisogno di un medico, che sia di Marsiglia o di Setubal non importa, basta che provi a prescrivere una cura.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X