EFFETTO PANDEMIA

Qatar 2022, effetto Covid-19: organizzatori tagliano posti di lavoro

Sono tante le preoccupazioni sull'incombente recessione globale

  • A
  • A
  • A

Gli organizzatori dei Mondiali di calcio del 2022 tagliano posti di lavoro. Il comitato organizzatore della Coppa del Mondo non ha citato direttamente l'impatto finanziario della pandemia di coronavirus ma il segretario generale Hassan Al Thawadi ha recentemente parlato delle sue preoccupazioni sull'incombente recessione globale.

Getty Images

Gli sponsor FIFA hanno recentemente tagliato i posti di lavoro in risposta al blocco dei viaggi e allo stop degli eventi sportivi a causa della pandemia. Il Qatar ha aperto tre degli otto stadi che verranno utilizzati nel torneo tra novembre e dicembre 2022, il che significa che sono necessari meno personale incaricato della supervisione delle infrastrutture di costruzione.

Con l'85% delle infrastrutture completate, gli organizzatori della Coppa del Mondo affermano che "la forza lavoro deve cambiare... poiché sono necessarie nuove competenze per la prossima fase della consegna del torneo in Qatar".
Il numero di persone che hanno perso il lavoro non è stato dichiarato. "Il (comitato organizzatore) ha recentemente intrapreso un esercizio interno per valutare l'attuale forza lavoro e si è impegnato in un esercizio di gestione del bilancio e di efficienza operativa come parte di questa transizione", hanno dichiarato gli organizzatori della Coppa del Mondo. Tutti i salari dovuti e le prestazioni di fine servizio saranno pagati a coloro che si ritrovano senza lavoro, in linea con le leggi sul lavoro del Qatar, hanno aggiunto gli organizzatori.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments