VERSO EURO 2020

Balotelli di nuovo in Nazionale: Mancini ci pensa, Gravina lo spera

Dopo la qualificazione agli Europei, il ct vuole testare altri nomi e, tra gli osservati, c'è anche SuperMario

  • A
  • A
  • A

Il Brescia ultimo in classifica, il caos razzismo e le polemiche trasversali. Ma, tra tante brutte notizie, potrebbe arrivarne anche una buona per Balotelli: la maglia azzurra. L'attaccante sta pian piano rientrando nei pensieri di Roberto Mancini che, a qualificazione ad Euro 2020 ottenuta, ora pensa a chiamare altri giocatori per allargare la rosa dei convocabili nei quali sceglierà l'Italia che parteciperà agli Europei: tra questi anche SuperMario.

balotelli italia nazionale

Una scelta tecnica più che un segnale dopo le polemiche sul razzismo, anche se non si può escludere che tutto ciò che è successo in questi giorni possa avere un peso nei pensieri del ct azzurro. Ad ogni modo Balotelli, che era un po' sparito dai radar del Mancio, potrà anche comparire nella lista dei convocati per le partite contro Bosnia e Armenia del 15 e 18 novembre prossimi.

L'impatto con il ritorno in Serie A non era stato positivo per Balo ma l'ultimo gol - seppur ininfluente - contro il Verona ha rialzato le sue quotazioni in ottica Nazionale come alternativa a Immobile e Belotti nel ruolo di prima punta dell'Italia. 

IL PRESIDENTE GRAVINA: "SAREBBE UN BEL SEGNALE"
"Mi auguro ci sia in tempi rapidi una partecipazione attiva nel gruppo Nazionale di Mario Balotelli: sarebbe un messaggio straordinario verso il mondo che pensa di scoraggiare l'avversario facendo espressioni di quel tipo". È l'auspicio del presidente della Figc, Gabriele Gravina dopo il caso di razzismo a Verona che ha visto coinvolto l'attaccante del Brescia. "E' una bellissima immagine che almeno oggi mi voglio regalare", e' l'auspicio del dirigente numero uno del calcio italiano al termine del Consiglio della Figc. "Mario insieme a tutti i suoi compagni sarebbe un'immagine molto bella - dice ancora Gravina - . Non ho mai inciso su quelle che sono le scelte di Mancini perché non ho né la capacità e né il potere di farlo, lui sa benissimo quello che deve fare e vista la sua sensibilità farà tutte le considerazioni del caso". Al presidente della Figc preme anche sottolineare che "Balotelli è italiano, io sto con lui tutta la vita: ha dimostrato di avere una sensibilità da italiano più italiano degli altri. Se ho sentito Mario? Lo conosco bene, sono particolarmente legato a lui: quello che appare all'esterno non è l'anima di Mario Balotelli. E' un ragazzo molto bravo e deve dar sfogo alla sua vena artistica".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments