LA SVOLTA

Milan, Pioli "accontenta" i tifosi: Suso verso l'esclusione

Il tecnico sta valutando di lasciare fuori lo spagnolo già contro la Roma. Tra le opzioni anche un modulo a due punte con Calha trequartista

  • A
  • A
  • A

Se i tifosi sono illuminati, tanto vale ascoltare la loro voce. Il #SusoOut che impazzava nelle scorse ore sui social milanisti e ha scalato posizioni fino a diventare trend topic in Italia su twitter è arrivato fino a Milanello dove, scrive Tuttosport, Stefano Pioli sta seriamente pensando di ascoltare i mugugni del popolo rossonero e, di conseguenza, di provare a immaginarsi un Milan senza Suso. Ripetiamo, senza Suso, e la ripetizione è tanto più utile se si considera che lo spagnolo, molto criticato nell'ultimo annetto, è sempre riuscito a strappare una maglia da titolare. Sia con Gattuso nel 4-3-3 che con il primo Giampaolo e quel 4-3-1-2 che lo prevedeva addirittura sotto punta.

Insomma, sempre e comunque inamovibile e, anzi, perno su cui costruire la squadra. La prestazione del talentino (spesso inespresso) iberico contro il Lecce e, soprattutto, la mancata copertura sulla rete del 2-2 di Calderoni sembrano questa volta aver convinto il nuovo tecnico del Diavolo a provare - se non altro a provare - a fare a meno di lui già nella prossima sfida contro la Roma. Accadrà davvero? Lo scopriremo, ma intanto resta un pensiero che ha quasi del rivoluzionario in casa Milan.

Fatto sta che all'Olimpico si potrebbe vedere un Milan tutto nuovo, con diversi moduli allo studio di Pioli che vanno dal 4-3-3 con Rebic esterno destro fino al 3-4-2-1 (difficile una svolta così netta in una gara tanto delicata. La difesa a tre sarebbe un inedito e un azzardo) o al 4-3-1-2 con Calhanoglu, molto positivo domenica sera, a muoversi alle spalle di Leao e Piatek. Il tutto mentre Suso e il suo agente, praticamente di stanza a Casa Milan per tutta la scorsa estate, lavorano a un rinnovo reso molto complicato dalla richiesta, circa 6 milioni, alla voce ingaggio.

Insomma, dai social #SusoOut sta planando sulla vita reale se non altro per vedere l'effetto che fa il Milan senza lo spagnolo. Perché su quella fascia destra, bene o male, la squadra si è appoggiata per due anni. E forse è arrivato il momento di trovare altre soluzioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments