Serie A: Lazio-Udinese 2-0, Inzaghi a -3 dal Milan

I biancocelesti chiudono la pratica in 24' con Caicedo e un'autorete. Friulani assenti nel primo tempo, poi sbagliano un rigore con de Paul

  • A
  • A
  • A

Nel recupero della 25esima giornata di Serie A, la Lazio batte 2-0 l'Udinese e va a 52 punti, a -3 dal quarto posto. I biancocelesti rischiano su una traversa di Badu, poi passano al 21' grazie a un sinistro di Caicedo. L'autogol di Sandro al 24' porta al raddoppio la Lazio. Inzaghi trema solo sul rigore di de Paul, parato al 49' da Strakosha. L'Udinese sbaglia il quinto penalty su otto e resta a +3 sull'Empoli terz'ultimo.

LA PARTITA

Il massimo risultato con il minimo sforzo. La Lazio impiega poco più di 20 minuti per regolare l'Udinese e adesso la corsa alla Champions League si fa ancora più appassionante. Simone Inzaghi deve far fronte alla squalifica di Luis Alberto e all'infortunio di Correa, dunque sceglie Caicedo in affiancamento a Immobile. L'ecuadoriano, sempre pronto quando chiamato in causa, lo ringrazia con il gol che sblocca il punteggio al 21': bravo Immobile a premiarne il taglio, Musso è beffato sul suo palo dal sinistro dell'attaccante. La Lazio, che prima dell'1-0 aveva rischiato di capitolare sulla traversa di Badu, trova il raddoppio per caso tre minuti dopo, quando Milinkovic-Savic spizza di testa una parabola da corner che carambola sul piede di Sandro e finisce in porta. Ha colpe anche Musso che è nella terra di nessuno. Il portiere conferma la sua serata storta sull'occasione del potenziale 3-0 di Acerbi, rete poi annullata per fallo di mano di Milinkovic-Savic che tuttavia prende ottimamente il tempo all'argentino. La banda Inzaghi sfiora il tris con Parolo, il cui colpo di testa viene salvato sulla linea da Stryger Larsen, a Musso ancora battuto. Anche Immobile si fa vedere dalle parti della porta avversaria, ma il suo fendente finisce a lato. L'Olimpico comunque lo incita a gran voce, in una stagione da 14 gol in campionato, leggermente sotto le aspettative.

L'Udinese passa un primo tempo in apnea e per svegliarsi ha bisogno di un episodio, che puntualmente arriva al 49': Lulic è disattento e interviene in ritardo su Lasagna in area, e per Calvarese è rigore. Il tiro di de Paul è angolato ma Strakosha si allunga sulla sua sinistra e respinge. Per il numero 10 si conferma la stagione negativa dal dischetto: è il terzo penalty sbagliato in stagione su sei tentativi. In totale, l'Udinese ne ha sbagliati cinque su otto. I friulani non ci stanno, nella ripresa Tudor fa entrare D'Alessandro al posto di un evanescente Ingelsson e la punta Teodorczyk per Badu (alla prima da titolare in stagione). Inzaghi si schiera con un 3-6-1 inserendo Badelj per Caicedo e avanzando Milinkovic-Savic. La Lazio sfrutta la superiorità numerica a centrocampo e addormenta la partita, il segno di resa dell'Udinese sta nel terzo cambio di Tudor (De Maio per de Paul). Nel recupero ci provano Lulic, Milinkovic-Savic e Lasagna, ma le conclusioni sono poco precise. La Lazio va a 52 punti, scavalca il Torino e si porta al settimo posto, a -3 dal Milan quarto. L'Udinese rimane a 32: la classifica torna a farsi pericolosa, perché l'Empoli, terz'ultimo, ha solo tre punti di distanza.

IL TABELLINO

LAZIO-UDINESE 2-0
Lazio (3-5-2): Strakosha 7; Patric 6, Acerbi 6,5, Luiz Felipe 6,5 (38' st Wallace sv); Romulo 6, Parolo 6,5, Lucas Leiva 6,5 (34' st Jordao sv), Milinkovic-Savic 6,5, Lulic 5; Caicedo 7 (23' st Badelj 6), Immobile 5,5.
A disp.: Guerrieri, Proto, Durmisi, Bastos, Radu, Neto, Cataldi, Capanni, Marusic. All. Inzaghi 6,5.
Udinese (3-5-1-1): Musso 5; Stryger Larsen 5, Troost-Ekong 5,5, Wilmot 5; Ingelsson 4,5 (1' st D'Alessandro 5,5), Badu 6,5 (13' st Teodorczyk 5), Sandro 5,5, Mandragora 6, Zeegelaar 5; de Paul 4,5 (29' st De Maio 6); Lasagna 5,5.
A disp.: Perisan, Nicolas, Samir, Okaka, Micin, Nuytinck, Hallfredsson. All. Tudor 5,5
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 21' Caicedo (L), 24' aut. Sandro (L)
Ammoniti: Luiz Felipe (L), Lucas Leiva (L)

LE STATISTICHE

L'Udinese ha raccolto solo quattro punti nelle ultime 13 trasferte di Serie A (4N, 9P). I bianconeri non arrivavano ad almeno 13 trasferte di fila senza successi in Serie A da marzo 2010 (17 in quel caso).
La Lazio ha già eguagliato il numero di successi casalinghi dello scorso campionato (nove). 
Cinque degli ultimi sei gol in questo campionato l'Udinese li ha subiti nel corso del primo tempo.
Cinque gol per Felipe Caicedo in questo campionato, tutti nel primo tempo e tutti da titolare.
Quattro dei cinque gol di Caicedo in questo campionato sono arrivati all'Olimpico
Questa è la quinta gara di questa Serie A in cui Caicedo ha segnato un gol e la Lazio ha ottenuto i tre punti.
Quello servito da Ciro Immobile a Caicedo è il suo quinto assist in questo campionato. Solo nella Serie A 2017/18 ne ha forniti di più (9).
Quello di Sandro è il primo autogol dell'Udinese in questa Serie A.
Ottavo rigore conquistato dall'Udinese. Soltanto la Sampdoria (10) ne ha calciati di più.
Rodrigo De Paul ha sbagliato tre dei sei rigori calciati in questo campionato; è il giocatore che ha commesso più errori dal dischetto in questa Serie A.
L'Udinese ha sbagliato cinque degli otto rigori rimediati in questa Serie A. Più del doppio degli errori commessi da qualsiasi altra squadra in questo campionato.
Dopo quello a Dybala, nello scorso campionato, questo è il secondo rigore parato da Strakosha su 21 affrontati in Serie A.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments