LAZIO

Lazio, Tare: "Un mese e mezzo fa eravamo brocchi ora si parla di scudetto"

Il ds alla festa di Natale: "La rimonta di Cagliari conferma che viviamo in una città che passa dalle stelle alle stalle"

  • A
  • A
  • A

La striscia di risultati consecutivi positivi ha portato la Lazio a soli tre punti da Inter e Juventus facendo entrare di fatto i biancocelesti nella corsa scudetto. "E pensare che sino ad un mese e mezzo fa eravamo dei brocchi e dovevamo andare tutti a casa. La rimonta di Cagliari conferma che viviamo in una città dove basta poco per passare dalle stelle alle stalle" le parole di Igli Tare che alla festa di Natale del club si toglie qualche sassolino dalla scarpa.

Il ds albanese, a margine dell'evento, ha parlato così del momento biancoceleste: "Va goduto col giusto entusiasmo che stiamo vivendo in questo periodo, un momento bello e magica: va salvaguardato ma anche capito che la strada è lunga". Tare non allontana il discorso scudetto ma con i dovuti paletti: "Mi piace essere entusiasta e dire che non bisogna avere paura di lottare per vincere il campionato ma dobbiamo essere altrettanto cauti, le altre squadre sono costruite in modo diverso e dobbiamo restare con i piedi per terra".

C'è comunque un rimpianto: "L'eliminazione dall'Europa League, siamo usciti per colpe nostre più che altro". Il gruppo è comunque sano: "Non nasce oggi, lo costruiamo da tempo. Col Cagliari si è anche visto quello spirito che mancava un po'. Ora sfidiamo la Juventus in Supercoppa Italiana: ce la giochiamo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments