Inzaghi: "Lazio poco brillante"

Il tecnico dopo lo 0-0 con la Spal: "Abbiamo sbagliato troppo, non siamo stati brillanti"

  • A
  • A
  • A

"Dovevamo e potevamo fare meglio: la Spal ha fatto la gara che sapevamo, non limitandosi solo a difendere, ma noi abbiamo sbagliato troppo": non cerca scuse Simone Inzaghi dopo lo 0-0 casalingo della sua Lazio. "Il risultato è giusto" ha ammesso il tecnico biancoceleste che ha affrontato anche la questione Keita: "Va risolta perché davanti abbiamo bisogno di un giocatore importante. VAR? Sono favorevole all'innovazione". 

"Al di là delle assenza, per come abbiamo giocato il risultato è giusto. Sette giorni fa abbiamo battuto la Juventus con questi stessi giocatori: conta la disponibilità e l'atteggiamento e stasera non siamo stati brillanti come in alte occasioni" ha commentato Inzaghi che oltre a dover gestire lo spinoso caso legato a Keita, deve fronteggiare anche la volontà di Hoedt: "Il ragazzo è scontento, ha chiesto di andare e in questo caso non possiamo tenerlo. Cercheremo di sostituirlo nel migliore dei modi". Su Keita: "Con il presidente e il direttore siamo in sintonia sulle strategie". 

Dove può arrivare questa Lazio? "Il nostro obiettivo, come l'anno scorso, è di far ricredere tanta gente: abbiamo una squadra di qualità, siamo partiti con il piede giusto vincendo una Supercoppa storica e, nonostante ci siano squadre più attrezzate di noi, vogliamo stare nelle posizioni alte della classifica" ha detto il tecnico. Chiusura sull'introduzione del VAR: "A volte le partite vengono decise da episodi non corrispondenti al vero, quindi ben venga la tecnologia. Anche se mi auguro che si riesca, in futuro, ad abbreviare un po' i tempi nelle decisioni".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments