STRATEGIE JUVE

Juventus, Demiral ko: Rugani non parte, si attende Chiellini

Stagione finita per il turco, Sarri resta con tre difensori centrali sino ad aprile

  • A
  • A
  • A

Il grave infortunio capitato a Merih Demiral non cambia i piani in entrata della Juventus ma di sicuro dà una linea precisa a quelli in uscita: Daniele Rugani non sarà ceduto e avrà un'altra chance di scalare posizioni nelle gerarchie di Sarri, almeno per qualche altro mese quando in casa bianconera sperano di riavere Giorgio Chiellini al top. Una situazione non semplice per il tecnico che però ha ricevuto indicazioni positive da De Ligt, subentrato proprio a Demiral contro la Roma.

In questo momento l'unica vera certezza della retroguardia juventina si chiama Leonardo Bonucci e ora sarà lui a dover dare la sveglia a De Ligt, come dicevamo comunque apparso in ripresa, e Rugani. L'olandese era stato scalzato proprio da Demiral e ora dovrà dimostrare di aver superato quelle difficoltà fisiche e a cui aveva accennato Sarri, i buoni segnali dell'Olimpico sono arrivati al momento giusto.

Discorso diverso per Rugani, che non ha mai fatto il salto atteso dall'ambiente, né prima con Allegri né ora con Sarri, con cui aveva fatto bene ai tempi di Empoli. Da qui le voci estive di una cessione, era stato accostato a Roma e Milan, poi la conferma e i primi mesi del 2019/20 ancora da panchinaro. Adesso lo attende una nuova chance, almeno sino al rientro di Chiellini, vero nuovo "acquisto" difensivo atteso dalla Juve.

Il recupero del capitano procede bene ma il tipo di infortunio e l'età consigliano cautela: potrebbe rientrare a fine marzo-inizio aprile, in tempo per i quarti di finale di Champions League (da conquistare, prima c'è il Lione negli ottavi).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments