IL VERTICE

Juve, Sarri a cena con Agnelli, Paratici e Nedved

Il tecnico guarito dalla polmonite incontra il gotha della dirigenza bianconera alla vigilia di Firenze

  • A
  • A
  • A

Una cena che somiglia a un patto: torna e fai tua la Juve. Maurizio Sarri è finalmente al centro dell'universo bianconero: ha sconfitto la polmonite, torna in quella Firenze, dove - a suo dire - perse lo scudetto in albergo guardando vincere la Juve, allora sua avversaria, da allenatore del Napoli, e alla vigilia del suo attesissimo rientro si è seduto a tavola con Andrea Agnelli, Fabio Paratici e Pavel Nedved. Vertice da Champions.

A raccontare il retroscena è il Corriere di Torino: il luogo della scena è il ristorante "Del Cambio". Conterà di più quello che accadrà al Franchi: dopo 482 giorni, sabato pomeriggio Sarri tornerà su una panchina di serie A. Dal giorno della presentazione in bianconero, lo scorso 20 giugno, sono cambiate moltissime cose. C’è da chiedersi se sabato a Firenze si presenterà in tuta, oppure in abito. Ma soprattutto che Sarri sarà?

Le previsioni parlano di nuvolosità diffusa, e di rischio tempesta. Un po’ per le emozioni, che saranno fortissime, e un po’ perché l’estate non è andata esattamente come voleva: a causa delle tournée massacranti, e di un mercato che lo costringe a gestire una rosa sconfinata, e a fare scelte impopolari. Del suo gioco finora si è visto pochissimo. Parma e Napoli li ha battuti Martusciello. Adesso tocca a Sarri il compito più difficile, quello per cui del resto è stato chiamato lì: trovare la cura per guarire dalla “Champions-nite”. Che fa soffrire la Juve dal ’96, e che nessun professore (del calcio), finora, ha saputo sconfiggere.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments