JUVENTUS

Juve, CR7 'erede' di Trezeguet: verso scudetto e titolo di capocannoniere

Il portoghese vuole sfatare il tabù bianconero, prima di lui nella storia solo in 5

  • A
  • A
  • A

Il trono del gol. Uno dei pochissimi tabù da sfatare per la Juventus, padrona in Italia per numero di scudetti conquistati ma spesso relegata ad un ruolo di secondo piano nella corsa al titolo di capocannoniere. Questione di bomber, perché nella storia dei campionati a girone unico, soltanto undici volte un attaccante bianconero ha chiuso la stagione al primo posto nella classifica dei marcatori. Toccherà adesso a Cristiano Ronaldo aggiornare la statistica e riscrivere un pezzo di storia, esattamente dodici stagioni dopo Alessandro Del Piero, l’ultimo capocannoniere della Juventus. Iniziando a provare ad allungare già da stasera, quando a Udine ha la possibilità di festeggiare con tre giornate d'anticipo il suo secondo scudetto italiano, il nono consecutivo della sua Juve.

In maglia bianconera a vincere la classifica marcatori sono stati soltanto in otto: il primo fu Felice Placido Borel, nel lontanissimo 1933. Nel secondo dopoguerra toccò a Giampiero Boniperti e al danese Jonh Hansen. Omar Sivori trionfò nel 1960, venti anni dopo fu la volta di Roberto Bettega, prima del lungo dominio di Michel Platini, re dei bomber per tre volte consecutive, tra il 1982 e il 1985. Nel 2001/2002 David Trezeguet chiuse invece il campionato, con lo stesso numero di gol di Dario Hubner.

Il francese è stato l’ultimo grande attaccante della Juventus a vincere, nella stessa stagione, lo scudetto e la classifica marcatori. Impresa questa nel mirino di Cristiano Ronaldo, pronto al leggendario bis come soltanto sei volte è accaduto nella storia della vecchia signora. Oltre a Trezeguet, ci sono riusciti Platini, Sivori, Hansen e Borel (due volte). 

Lo scudetto e il trono del gol. Uno dei pochissimi tabù da sfatare per la Juventus. Un altro grande record nel mirino di CR7.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments