Juve, Allegri: "A Bergamo una partita cruciale per il campionato"

Il tecnico alla vigilia del match con l'Atalanta: "Mancano 8 punti per lo scudetto. Triplete? Non abbiamo ancora vinto niente, facciamo un passo alla volta"

Juve, Allegri: "A Bergamo una partita cruciale per il campionato"

Vigilia di campionato per la Juve, che domani scenderà in campo a Bergamo nell'anticipo della 34.ma giornata: "Insieme a quella col Torino è una delle due partite cruciali del campionato - dice Allegri in conferenza stampa -. Dobbiamo vincere per avvicinarci ai 91 punti e avere la matematica certezza dello scudetto". Sul possibile Triplete: "Non abbiamo ancora vinto niente, dobbiamo fare un passo alla volta".

Domani giocheranno i migliori?
"Ho già scelto i giocatori che andranno in campo per la gara di domani. Cerco sempre di mettere in campo i migliori giocatori per la partita. La gara di domani, insieme a quella col Torino, è una delle due partite cruciali del campionato. Dobbiamo vincere contro una squadra che sta facendo cose importanti. Complimenti all'Atalanta e a Gasperini".

Dove è migliorata la Juve?

"Loro sono migliorati nella consapevolezza. Hanno giocatori di ottime qualità, guidati da un allenatore molto bravo. A Bergamo sono sempre partite molto difficili, per loro è una tappa d'avvicinamento all'Europa e per noi una tappa d'avvicinamento allo scudetto".

Sull'Atalanta.

"Hanno un valore importante e giocatori bravi. Hanno un'autostima forte, lotteranno fino alla fine per l'Europa. Sarà una partita complicata e ci servono i tre punti per avvicinarci ai 91 punti e avere la matematica certezza dello scudetto".

Sul Triplete.

"Non abbiamo ancora vinto niente, dobbiamo fare un passo alla volta. Domani sono importanti i 3 punti per non dare possibilità alla Roma di pensare che noi sbagliamo".

Sul salto di qualità della Juve.
"Ora la Juve ha grande rispetto per quello che i ragazzi stanno facendo in Europa. Un obiettivo di consapevolezza e autostima in Europa è stato raggiunto, poi c'è anche da cercare di vincere Europa. Però prima c'è da cercare di vincere in campionato".

Juve unica squadra in Europa in corsa per il Triplete.
"E' un risultato importante ma parziale, perché dobbiamo ancora vincere qualcosa. Bisogna lavorare bene in allenamento e affrontare al meglio le partite. Pensiamo a cosa succederà domani".

Quando la Juve potrebbe vincere lo scudetto?
"Noi per arrivare allo scudetto dobbiamo fare otto punti e arrivare a 91 punti. Dobbiamo pensare a noi e a quello che dobbiamo fare per vincere".

Su Higuain.

"Un giocatore straordinario che sta facendo cose importanti. Gioca molto per la squadra, le cose stanno andando per il meglio, per lui e per la squadra".

Sugli esterni di difesa e su Rugani?

"Non ci sono esterni per il campionato ed esterni per la Champions. L'importante è che tutti facciano prestazioni importanti come stanno facendo Lichtsteiner, Dani Alves, Alex Sandro e Asamoah. C'è bisogno di tutti per arrivare in fondo. Per quanto riguarda Rugani, non sarà della partita perché ha preso una botta e dunque non è stato convocato".

Su Kean.

"Non è in ottime condizioni fisiche, ha bisogno di giocare e domani giocherà con la Primavera".

Sulla difesa.

Domani giocano Dani Alves, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro. Buffon torna in porta".

Su Caldara e Spinazzola

"Sono ragazzi giovani che promettono bene per il calcio italiano".

Sulla Spal vicina alla promozione.

"Sono molto contento perché la Spal è stata l'inizio della mia carriera. Sono contento perché è una città con una grande storia e credo meriti di tornare in Serie A, le auguro di tornarci e magari l'anno prossimo di incontrarla".

TAGS:
Calcio
Juve
Allegri

Argomenti Correlati

VOTATE

Juve, niente turnover a Bergamo nonostante il Monaco: Allegri fa bene?

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X