Calciopoli, nuovo ricorso della Juve contro l'Inter: "Lo scudetto 2006 non va assegnato"

Il club bianconero prova una nuova via per togliere il tricolore ai nerazzurri

  • A
  • A
  • A

"L'Inter? No, per carità! Prima c'è il Bayer" ha detto Sarri. "La Juve? Macché, c'è solo il Barcellona ora come ora" gli fa eco Conte. Eppure, al di là delle professioni di fede, Champions o non Champions, il Derby d'Italia è lì che campeggia su tutto. Un pensiero fisso che puntualmente si riaffaccia, un assillo continuo. Nella testa dei protagonisti, nelle domande dei giornalisti, nei pronostici dei tifosi. E come se non bastassero i due punti che in classifica distanziano i ragazzi di Conte da quelli di Sarri, come se non fosse sufficiente la rivalità storica e la poca amicizia che lega (si fa per dire) anche i due tecnici (benzina in più sul fuoco di una settimana come sempre caldissima), ad infiammare ulteriormente il countdown torna la madre di tutte le contese, quella per lo Scudetto 2006.

Sì, proprio così. Ci risiamo, la lunga (e stancante) querelle non è ancora finita. La Juve, nonostante le ormai innumerevoli bocciature ricevute in sede sia sportiva che ordinaria, prosegue la sua battaglia giudiziaria. Il Collegio di garanzia dello sport ha ricevuto un ricorso del club bianconero contro la Figc, l'Inter e il Coni per l'impugnazione e la riforma della decisione del 30 agosto scorso della Corte federale di appello, riguardante la questione dell'assegnazione da parte della Figc all'Inter dello scudetto 2006. La Juventus chiede infatti che venga dichiarato non assegnato il titolo di Campione d'Italia per gli anni 2005-2006 e, in subordine, di rinviare la vicenda all'organo di giustizia federale competente. Passo ufficiale e nuovo round: sarà l'ultimo? Molto, molto difficile. Praticamente impossibile. Perché, signori e signori, anche questo è Inter-Juve.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments