La Curva Nord avvisa Conte: "Noi non siamo la Juve"

Il tifo caldo interista dà il suo particolare "benvenuto" al nuovo tecnico: "Non possiamo dimenticare il suo passato bianconero e giudiziario"

  • A
  • A
  • A

Alla faccia del benvenuto. La Curva Nord dell'Inter saluta Antonio Conte, nuovo tecnico nerazzurro, con un comunicato non esattamente "pacifico". Insomma, prende atto della decisione del club, ma manda un chiaro messaggio al nuovo allenatore: "Noi non siamo la Juve - è scritto -. Per noi vincere non è l'unica cosa che conta". E questa, per quanto assurdo possa sembrare, è la parte più morbida, perché gli ultras interisti continuano dicendo: "Puntualizziamo in maniera ferma e decisa che la Curva Nord non può certo dimenticare il suo passato bianconero e giudiziario".

Se l'obiettivo di Antonio Conte è, come ovvio, quello di conquistare il popolo interista, la strada, a giudicare dalla posizione della Nord, non sembra in discesa. "Accettiamo il fatto che da certi sospetti si sia svincolato espiando le sentenze che l'hanno riguardato - continua la nota della Curva -, sebbene rimanga indelebile la colpa per la lunghissima militanza in una società da cui ci riteniamo lontani anni luce per stile e valori".

Infine il dovuto avvicinamento: "La nostra preoccupazione riguarda soprattutto l'aspetto morale. Essere interista significa vincere nel rispetto dell'avversario, accettare la sconfitta, le sentenze e non cercare alibi. Buon lavoro a mister Conte con l'augurio di dimostrarci presto di esser all'altezza dell'Inter".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments