verso l'empoli

Inter, contro l'Empoli nuova chance dall'inizio per Correa

Il Tucu non ha ancora segnato nel 2022: cerca i gol scudetto per ripagare l'allenatore che lo ha voluto a Milano

  • A
  • A
  • A

Joaquin Correa sin qui è il giocatore meno utilizzato da Simone Inzaghi nelle rotazioni offensive dell'Inter, tra infortuni (quattro, il più lungo al bicipite femorale tra gennaio e febbraio) e scelte tecniche ha messo insieme 32 partite stagionali per un totale di 1.085 minuti. Per fare un confronto Lautaro è a quota 2.958', Dzeko a 3.218' mentre Sanchez a 1.303'. Anche il piatto dei gol piange, sono quattro di cui l'ultimo con l'Udinese (ma nella gara di andata non nel 2-1 di settimana scorsa), di fatto il Tucu non segna da 6 mesi. Contro l'Empoli avrà però un'altra chance dall'inizio e per lui sarà l'occasione di dare un senso alla sua prima stagione interista e, magari, regalare marcature decisive in chiave scudetto.

© Getty Images

Le prestazioni altalenanti di Correa, che aveva comunque inanellato due-tre buone partite nel periodo di maggiore appannamento di Lautaro a cavallo tra il match contro la Juventus e quello contro lo Spezia, non hanno mai permesso ad Inzaghi un vero e proprio turnover e non a caso, includendo Sanchez nel ragionamento, la differenza di minutaggio tra la coppia titolare Lautaro-Dzeko e le cosiddette riserve, anche se nel 2022 nessun allenatore ama chiamarle così, è di tre a uno.

Ma, dicevamo, venerdì contro l'Empoli c'è la grande occasione: la prima di quattro partite che possono trasformare la stagione dell'Inter sin qui positiva a livello di percorso anche se sono i trofei poi a fare la differenza. Riuscire a battere la squadra toscana, magari segnando, e mettere pressione al Milan sarebbe buon viatico pure per mercoledì prossimo quando a Roma - che Correa conosce molto bene - sarà il turno della finale di Coppa Italia contro la Juventus. E poi Cagliari e infine Sampdoria, partite che al momento sono difficilmente inquadrabili: dipenderà tutto da domani. Quando Correa partirà dall'inizio e cercherà di dare una svolta alla sua stagione e una mano a Inzaghi, che tanto ha fatto per portarlo a Milano.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti