VERSO INTER-TORINO

Inter, Conte ritrova i nazionali e mira al Torino: si riparte dalla carica azzurra di Bastoni

Il difensore tra i più spremuti in Nazionale ma punto fermo della difesa. Barella trequartista, non c'è spazio per Eriksen

  • A
  • A
  • A

Esaurita la pausa delle nazionali, Antonio Conte ritrova il gruppo al completo e potrà iniziare a varare il piano Torino: domenica contro i granata l'Inter deve ritrovare la vittoria dopo due pareggi consecutivi, dovrà farlo senza Kolarov e Brozovic positivi al Covid ma ha già le idee piuttosto chiare, al netto di situazioni singole che potrà valutare solo dopo aver parlato coi nazionali di rientro dalle varie parti del mondo.

In difesa si ripartirà dal più giovane, un po' perché prima della sosta de Vrij non era sembrato al massimo un po' perché Bastoni è in condizioni psico-fisiche pressoché perfette. Anzi, è proprio sulla carica mentale data dell'esordio nella Nazionale A che conta l'allenatore, visto che non si può dire che Mancini abbia gestito il classe 1999 in modo particolare: 90' nel debutto in amichevole contro l'Estonia, altri 180' contro Polonia e Bosnia in Nations League, tutti in una difesa a 4 e tutti a livello altissimo. Una vittoria di Conte, che lo sta plasmando dalla scorsa stagione, così come dell'Inter e del calcio italiano. Al loro fianco Skriniar, a comporre la linea a 3 titolare.

In mezzo pericolo scampato sia per Hakimi, recuperato dopo il problemino accusato col Marocco, che per Gagliardini, il cui ultimo tampone ha scongiurato nuove positività. Entrambi saranno della partita, assieme a Vidal e Perisic mentre sarà Barella - altro promosso dell'Italia - ad orchestrare dietro Lukaku e Lautaro Martinez, reduci da ottime prestazioni (con gol) con le rispettive nazionali.

Proprio il belga ha dichiarato di voler dare una mano ad ambientarsi ad Eriksen ma serviranno più delle buone intenzioni: Conte, com'è logico che sia visto che le gerarchie non cambiano in pochi giorni, farà partire dalla panchina il danese che oltretutto a breve potrebbe avere un rivale in più. Tra le speranze nei corridoi di Appiano c'è anche quella di recuperare definitivamente Sensi, che ha lavorato in modo specifico durante la pausa: per intensità e senso tattico, è il preferito del tecnico per dare qualità al gioco dell'Inter, forse è presto per vederlo in campo o in panchina contro il Toro ma (ulteriori intoppi permettendo) il rientro sembra essere dietro l'angolo.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments