GENOA

Genoa, chiesto il rinvio a giudizio per Portanova: l'accusa è stupro di gruppo

Il 7 giugno il centrocampista rossoblù dovrà comparire di fronte al gup insieme agli altri due indagati

  • A
  • A
  • A

Richiesta di rinvio a giudizio con l’accusa di violenza sessuale di gruppo per Manolo Portanova. Il calciatore del Genoa dovrà comparire di fronte al gup del tribunale di Siena, Ilaria Cornetti, il 7 giugno, insieme ad altri due ragazzi. Secondo l’accusa i tre, con la complicità di un minore, si sarebbero resi protagonisti di una violenza sessuale ai danni di una 21enne in un appartamento del centro di Siena la notte tra il 30 e il 31 maggio 2021.

© Getty Images

Nel giugno dello scorso anno Portanova si era avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip Jacopo Rocchi, quando erano partite le indagini preliminari a seguito della denuncia della ragazza, per poi dichiararsi sempre innocente nel corso degli interrogatori davanti al pm competente. Per Portanova e per gli altri indagati maggiorenni erano stati inizialmente disposti, poi successivamente revocati, anche gli arresti domiciliari. Ora, dopo mesi di indagini, interrogatori e accertamenti sui telefoni cellulari dei giovani coinvolti, il procuratore facente funzione Nicola Marini ha richiesto il rinvio a giudizio per il calciatore, che contro il Torino nell'ultima giornata di campionato aveva realizzato il suo primo gol in Serie A. Per il quarto indagato, 17enne all’epoca dei fatti, è invece competente il tribunale dei minori di Firenze.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti