E. League: Milan, ottavi ipotecati

La squadra di Gattuso passa in Bulgaria con i gol di Cutrone, Rodriguez (rigore) e Borini

di
  • A
  • A
  • A

Nell'andata dei sedicesimi d'Europa League, il Milan supera in trasferta il Ludogorets e ipoteca il passaggio agli ottavi di finale. In Bulgaria finisce 3-0 per i rossoneri, che sul finire del primo tempo sbloccano la gara con un gol di Cutrone (45') e poi nella ripresa trovano il bis grazie a un rigore di Rodriguez (63'). Nel finale arriva anche il tris di Borini al 92'. Tra una settimana il ritorno a San Siro.

LA PARTITA
Squadra sempre più consapevole, gioco fluido, tre gol fatti in trasferta e nessuno subito. E' una serata perfetta per il Milan, che prosegue pure in Europa nel suo processo di crescita e - fattore importantissimo - anche per quanto riguarda l'atteggiamento è sempre più a immagine e somiglianza del proprio tecnico. In Bulgaria emerge infatti il carattere di questa squadra, brava a lasciare sfogare il Ludogorets nei primi minuti e poi a prendere in mano la gara con autorevolezza.

Nella prima parte è soprattutto l'asse di sinistra a creare i maggiori pericoli: Bonaventura, che parte da centrocampo, duetta sempre molto bene con Calhanoglu mentre Cutrone - ad eccezione di un sinistro deviato in corner al 20' - impiega un pochino a trovare la giusta collocazione sul terreno di gioco. Il Ludogorets, come detto, parte forte e prova subito a sfruttare la rapidità degli esterni (Lukoki e Vura), mentre sulla trequarti è Marcelinho a dettare i tempi. Il Milan, molto attento con Bonucci e Romagnoli, concede le briciole e rompe l'equilibrio sul finire del primo tempo, quando Calhanoglu - sugli sviluppi di un corner - trova la deviazione di Cutrone a centro area per lo 0-1 (45').

L'inizio della ripresa è simile al primo tempo, nel senso che i bulgari partono aggressivi e spaventano due volte Donnarumma con Marcelinho (51') e poi con Dyakov (55'), il cui destro dal limite colpisce l'incrocio dei pali. Il Milan è bravo a non scomporsi, proseguendo dunque con il medesimo atteggiamento convinto. Ed è ancora Cutrone a mettere lo zampino per il 2-0 al 62', quando il centravanti viene steso in area dalla spinta di Moti mentre stava per calciare: rigore preciso di Rodriguez (entrato al 60' per Abate) e raddoppio dei rossoneri, che nel recupero trovano anche il tris grazie a Borini, bravo a finalizzare un assist di Kessie (92'). Tra sette giorni, salvo folli harakiri a Milano, si tratterà di una formalità.

LE PAGELLE

Cutrone 7,5 - Prima parte di gara non troppo semplice, anche se comunque non sta mai fermo un secondo. Poi sblocca il match da bomber di razza e si procura il rigore del 2-0.

Kessie 7 - Muscoli importanti in mezzo al campo, oltre a essere molto propositivo. Sempre nel vivo della partita, nel finale serve anche l'assist per Borini.

Bonaventura 6,5 - Interpreta bene il ruolo di mezz'ala sinistra: dà una mano a Biglia a inizio azione, copre con generosità e si inserisce con i tempi giusti.

Abate 5 - Prova distratta, sembra anche in difficoltà dal punto di vista fisico. Condizionato da un giallo dopo 5', non è sicuro dietro e spinge poco in avanti.

Swierczok 4,5 - Offre 45 minuti di totale anonimato, viene sostituito all'intervallo.

Vura 5 - E' rapidissimo e infatti all'inizio crea qualche pericolo, poi i rossoneri prendono le contromisure e sostanzialmente sparisce dal campo.

IL TABELLINO

LUDOGORETS-MILAN 0-3
Ludogorets (4-2-3-1): Renan 5,5; Cicinho 5, Plastun 5, Moti 4,5, Sasha 5; Anicet 5,5, Dyakov 5,5; Lukoki 5 (36' st Kovachev sv), Marcelinho 6 (33' st Campanharo sv), Vura 5; Swierczok 4,5 (46' Wanderson 5).
A disp.: Broun, Forster, Terziev, Goralski. All.: Dimitrov 5
Milan (4-3-3): G.Donnarumma 6; Abate 5 (15' st R. Rodriguez 6,5), Bonucci 6, Romagnoli 6,5, Calabria 6; Kessie 7, Biglia 6, Bonaventura 6,5; Suso 6,5, Cutrone 7,5 (20' st André Silva 6), Calhanoglu 6,5 (30' st Borini 6,5).
A disp.: A. Donnarumma, Zapata, Musacchio, Montolivo. All.: Gattuso 6,5
Arbitro: Mazic (Serbia)
Marcatori: 45' Cutrone (M), 18' st rig. R. Rodriguez (M), 47' st Borini (M)
Ammoniti: 
Abate (M); Lukoki (L)
Espulsi: -

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments