Arsenal, niente finale di Europa League per Mkhitaryan: non convocato per motivi politici

Comunicato ufficiale dei Gunners in vista della sfida contro il Chelsea che si giocherà a Baku

  • A
  • A
  • A

La decisione è ufficiale ed è stata annunciata dall'Arsenal attraverso i propri profili social: il prossimo 29 maggio, a Baku, i Gunners giocheranno la finale di Europa League contro il Chelsea senza Henrikh Mkhitaryan. Il centrocampista di Emery è nato in Armenia, Paese che vive un rapporto di forte tensione con l'Azerbaigian per il controllo politico della regione del Nagorno-Karabakh, che si è dichiarata indipendente nel 1991 pur appartenendo al territorio azero. Per evitare problematiche di natura politica, l'Arsenal ha dunque deciso, in accordo con il giocatore e la sua famiglia, di non convocarlo per l'appuntamento più importante della stagione.

Questo il comunicato diffuso dall'Arsenal: "Siamo molto delusi di annunciare che Henrikh Mkhitaryan non viaggerà con la squadra per la finale di Uefa Europa League a Baku contro il Chelsea. Abbiamo provato a trovare una soluzione, ma dopo averne parlato con il giocatore e la sua famiglia abbiamo ritenuto di evitare che partisse per la partita. Abbiamo scritto alla Uefa esprimendo le nostre profonde preoccupazioni per questa circostanza davvero insolita. Mkhitaryan è stato un giocatore chiave nella nostra corsa verso la finale, quindi questa è una grande perdita per noi come squadra. Siamo anche molto tristi per il fatto che un giocatore perderà una grande finale europea per circostanze come questa. Mkhitaryan continuerà ad allenarsi con noi fino a quando voleremo a Baku".

Per il centrocampista armeno non si tratta della prima gara saltata per motivi politici in questa stagione dato che nel girone eliminatorio non aveva preso parte alla partita contro il Qarabağ, ma era già successo anche nel 2015, quando vestiva la maglia del Borussia Dortmund e dovette rinunciare alla trasferta sul campo del Qabala.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments