EUROPA LEAGUE

Europa League: Manchester United in semifinale, il Copenhagen cade ai supplementari

I Red Devils non sbloccano la partita nei tempi regolamentari (due gol annullati e due pali), decisivo il rigore di Bruno Fernandes al 95'

  • A
  • A
  • A

Servono i tempi supplementari al Manchester United per avere la meglio su un coriaceo Copenhagen, capace di chiudere i tempi regolamentari senza reti e che cede solo dopo il calcio di rigore trasformato da Bruno Fernandes al 95'. I Red Devils accedono quindi alla semifinale di Europa League grazie a un sudatissimo 1-0, dopo due pali e due gol annullati per fuorigioco nei minuti regolamentari. Prossima sfida contro Wolverhampton o Siviglia.

Era e resta una delle principali favorite di questa Europa League 2019-2020, ma si prende la semifinale sudando molto più rispetto alle previsioni. Il Manchester United fa il suo dovere e vince a Colonia, ma è costretto ai supplementari da un generosissimo Copenhagen, che resiste agli attacchi dei Red Devils (in realtà ben lontani dalla loro forma migliore) e si costruisce anche qualche occasione per vincerla. Chi parte più forte è proprio il Copenhagen, che crea il primo brivido della partita con Daramy: chiude Bailly. Da questo momento comincia l'affannosa quando infruttuosa ricerca del gol da parte dei Red Devils. I danesi però si difendono bene, tanto che i primi timidi squilli arrivano solo con una serpentina di Martial che non riesce però a concludere, un tiro senza troppe pretese di Greenwood e una punizione fuori misura di Rashford. La più nitida occasione del primo quarto d'ora è quindi ancora del Copenhagen, con Daramy che spreca il bel pallone messo al centro da Biel. Qualche minuto dopo è addirittura Pogba a dover salvare sullo stesso Daramy, ma al 21' potrebbe arrivare la prima svolta quando Nelsson trattiene fallosamente Martial in area. Il rigore (solare) però non c'è a causa di un fuorigioco. Continua a fare fatica in avanti il Manchester United, dove il solo Greenwood si accende a tratti (sul suo bel mancino a giro si immola Bjelland). Al 45' arriverebbe quindi il vantaggio di Greenwood, ma ancora una volta è un fuorigioco a rimandare l'appuntamento con il gol per lo United.

La ripresa certifica il sortilegio per gli uomini di Solskjaer, più incisivi rispetto al primo tempo ma che continuano a rimandare l'appuntamento con il gol. Pogba e Martial mancano due buone occasioni per sbloccare il risultato, poi è Johnsson a dire di no a Fred. Al 57' arriva quindi un secondo gol annullato ai Red Devils per fuorigioco: stavolta a Rashford, che era stato il primo a intervenire su un pallone che il solito Greenwood aveva tirato sul palo. All'ora di gioco c'è anche un'occasione per il Copenhagen, ma Romero è bravo a respingere sulla botta di Wind. Prosegue la sfortuna dello United, con Bruno Fernandes che colpisce un palo. Ma gli inglesi vengono anche salvati da Wan-Bissaka, provvidenziale sulla botta a colpo sicuro di Oviedo. Finale in apnea per il Copenhagen, che chiede invano un rigore su Varela e poi si salva grazie alla paratissima di Johnsson su Martial e la scivolata di Nelsson su Bruno Fernandes.

Si va quindi ai supplementari, in cui Johnsson salva su Martial prima del decisivo rigore assegnato al Manchester United al 95': è Bjelland a trattenere irregolarmente Martial, sul dischetto va Bruno Fernandes e regala la semifinale ai Red Devils.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments