EUROPA LEAGUE

Europa League, Lille-Milan 1-1: i rossoneri restano al secondo posto

Bamba risponde a Castillejo: non cambia la classifica, ma lo Sparta Praga si fa sotto per il passaggio del turno

di
  • A
  • A
  • A

Finisce 1-1 la sfida tra Lille e Milan, prima gara di ritorno del Gruppo H di Europa League. Dopo un primo tempo con pochissime emozioni i rossoneri la sbloccano a inizio ripresa (46') con gol di Castillejo su assist di Rebic. I padroni di casa rispondono al 65' con Bamba e le due squadre alla fine si accontentano di un pareggio che non smuove la classifica: i francesi restano al comando del girone a quota 8, seguiti dai rossoneri a 7 e dallo Sparta Praga a 6.

LA PARTITA

Gli uomini di Pioli, ancora guidati da Bonera in panchina, dovranno dunque sudarsi il passaggio ai sedicesimi di finale. Il primo match point sarà a San Siro giovedì 3, contro un Celtic ormai praticamente fuori dai giochi. I pronostici sono tutti a favore dei rossoneri, anche se rimane un pizzico di rammarico per una vittoria che sembrava a portata di mano, ma che è sfumata nell'unica vera disattenzione difensiva di una serata nel complesso molto ordinata. Il pari, alla fine, è il risultato più giusto per una partita tutt'altro che scoppiettante, ma certamente ben giocata da entrambe le parti. Senza Ibrahimovic al Milan è mancata non solo la "torre" centrale, ma anche quel pizzico di genialità e di imprevedibilità capace di far saltare gli equilibri, che servirà trovare in campionato per proseguire la corsa.

Pur orfano di Zlatan, il tecnico parmigiano non rinuncia al 4-2-3-1, inserendo Tonali per far rifiatare Kessie, affidandosi a Rebic come punto di riferimento avanzato e lanciando per la prima volta Hauge da titolare. I padroni di casa partono con la consueta compattezza tra i reparti e un baricentro abbastanza basso, lasciando il possesso quasi esclusivamente ai rossoneri, che fanno girare molto il pallone ma mancano di inventiva e faticano a trovare varchi. Una delle pochissime imbucate vincenti dei rossoneri viene sprecata clamorosamente da Hauge, che tergiversa troppo e si dimentica di servire Rebic, completamente solo davanti al portiere. Nell'ultimo quarto d'ora il Lille prova ad alzare il ritmo, ma Donnarumma è due volte attentissimo sulle conclusioni di Araujo. Un primo tempo tatticamente ben giocato da entrambi i lati, ma di fatto privo di emozioni si chiude sullo 0-0.

La ripresa parte nel migliore dei modi per il Milan: Tonali, fino a quel momento un po' timido e impacciato, si inventa una verticalizzazione perfetta per Rebic, che sceglie di non calciare e di premiare Castillejo. Lo spagnolo deve solo appoggiare in rete. Dopo il gol le squadre si allungano e la partita diventa più divertente. Bonera getta nella mischia Brahim Diaz per provare ad approfittare degli spazi che si stanno creando, ma pochi istanti dopo è il Lille a trovare il pari. Tutto nasce da una rimessa laterale che coglie di sorpresa i difensori rossoneri: Gabbia prima e Dalot poi si addormentano e sul controllo sbagliato di David interviene Bamba che trafigge Donnarumma. Negli ultimi minuti le due squadre si sbilanciano un po' alla ricerca del colpo del k.o., ma alla fine prevale la prudenza.

LE PAGELLE

Hauge 5 - Il debutto da titolare non è esattamente indimenticabile. Fatica a trovare la posizione in campo e getta al vento un paio di occasioni davvero clamorose per servire i compagni in ottima posizione.
Tonali 6 - Risponde a un primo tempo timido e impreciso con il lancio perfetto che dà il via all'azione del vantaggio. Gli serve trovare più coraggio e più decisione nelle giocate per provare a far vacillare delle gerarchie che al momento sembrano molto solide.
Rebic 6,5 - Il ruolo di vice-Ibra pesa e non poco sulle sue spalle. Nel primo tempo gira un po' a vuoto e non è mai pericoloso, ma gli basta uno scatto fulminante sulla verticalizzazione di Tonali per risultare decisivo, anche se non per la vittoria.

David 5 - A parte qualche buona manovra spalle alla porta si vede poco e nulla. Dovrebbe essere il punto di riferimento dell'attacco, ma non calcia mai in porta e fatica anche a liberare spazi per i compagni.
Araujo 6,5 - Per oltre un'ora è il solo in grado di creare grattacapi alla difesa rossonera. Salta l'uomo, conclude in porta più volte e premia spesso gli inserimenti dei compagni, mettendo in mostra buone qualità e un ottimo sinistro.

IL TABELLINO

Lille-Milan 1-1
Lille (4-4-2): Maignan 6; Pied 6 (34' st Djalo 6), Fonte 6, Botman 6, Mandava 6,5; Araujo 6,5 (30' st Lihadji 6), André 5,5, Xeka 6 (18' st Soumaré 6), Bamba 6,5; Yazici 5,5 (19' st Ikoné 6,5), David 5.
Allenatore: Galtier 6
Milan (4-2-3-1): Donnarumma 6,5; Dalot 5,5, Kjaer 6,5, Gabbia 6, Hernandez 6; Bennacer 6, Tonali 6; Castillejo 6,5, Calhanoglu 5 (16' st Diaz 6), Hauge 5 (32' st Krunic 6); Rebic 6,5 (16' st Colombo 6).
Allenatore: Pioli (in panchina Bonera) 6
Arbitro: Pawson
Marcatori: 1' st Castillejo (M), 20' st Bamba (L)
Ammoniti: Pied (L), Xeka (L), Bennacer (M), Soumaré (L), Diaz (M)
Espulsi:

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments