AZ-NAPOLI 1-1

Europa League, AZ-Napoli 1-1: si decide tutto all'ultima giornata

Martins Indi risponde a Mertens: gli uomini di Gattuso restano in vetta al girone, ma per i sedicesimi servirà non perdere con la Real Sociedad

di
  • A
  • A
  • A

Finisce 1-1 la sfida di Alkmaar tra AZ e Napoli, nella quinta giornata del Gruppo F di Europa League. I partenopei passano in vantaggio dopo 6' con Mertens, provano a difendere il risultato, ma vengono raggiunti a inizio ripresa da Martins Indi (54'), sugli sviluppi di corner. Pochi minuti dopo vengono salvati da Ospina, che para il rigore di Koopmeiners impedendo agli olandesi di ribaltarla. La qualificazione ai sedicesimi si deciderà tra 7 giorni al San Paolo contro la Real Sociedad.

LA PARTITA

Dopo il roboante 4-0 alla Roma, il Napoli torna coi piedi per terra e vede sfumare la possibilità di qualificarsi con un turno d'anticipo. La serata olandese degli uomini di Gattuso comincia come meglio non potrebbe, ma l'atteggiamento fin troppo prudente messo in campo subito dopo aver sbloccato il match, alla lunga, costa caro. L'AZ cresce alla distanza, gioca meglio e, pur fallendo la rimonta, complica i piani dei partenopei. Nulla è compromesso, visto che giovedì 10, contro la Real Sociedad, basterà un pareggio per tenere lontani gli spagnoli e qualificarsi. Silva e compagni arriveranno però a Napoli col coltello tra i denti e per centrare l'obiettivo servirà sicuramente qualcosa in più di quanto visto all'AFAS Stadion.

Tra le mura amiche l'AZ parte col piede sull'acceleratore, spaventando un paio di volte Ospina già nei primi secondi di gara. Al Napoli però basta un affondo per passare in vantaggio: Fabian Ruiz premia la sovrapposizione di Di Lorenzo, il terzino crossa dentro per Mertens che sorprende alle spalle la coppia Martins Indi-Hatzidiakos e porta in vantaggio i suoi. La reazione dei padroni di casa non è immediata, ma al 20' Ospina deve superarsi su una conclusione a botta sicura di Aboukhlal. Nel finale di frazione i ritmi calano, gli uomini di Gattuso si abbassano a difesa del vantaggio, lasciando l'iniziativa agli olandesi. Provano a sfruttare qualche contropiede, chiudono bene gli spazi, ma faticano a trovare guizzi da parte di Politano e Insigne e devono accontentarsi dello 0-1 all'intervallo.

Nella ripresa la musica non cambia: l'AZ fa la partita, sfruttando soprattutto le precise geometrie di Koopmeiners e gli inserimenti degli esterni bassi Wijndal e Sugawara. Il pareggio però arriva da palla inattiva, quando Martins Indi devia da due passi la conclusione di Koopmeiners su corner, beffando Ospina. Il Var non c'è, ma la posizione dell'olandese sembra regolare. I padroni di casa cominciano a crederci, il Napoli va in affanno e al 59' arriva il pasticcio di Bakayoko, che travolge Aboukhlal in piena area costringendo Bouquet a indicare il dischetto del rigore. Il capitano degli olandesi non è però all'altezza della sua fama di infallibile e si fa ipnotizzare da uno strepitoso Ospina. Gattuso effettua cinque cambi nel giro di 8 minuti per dare una scossa ai suoi: entrano anche Petagna e Lozano, qualcosa nell'atteggiamento muta, ma entrambi hanno sulle spalle il peso di un paio di potenziali occasioni sprecate. L'1-1 è comunque il risultato più giusto.

LE PAGELLE

Mertens 6,5 - Nel ruolo di centravanti è meno nel vivo del gioco, però gli basta una zampata per sbloccare l'incontro. Alla lunga paga un atteggiamento un po' troppo prudente dei suoi e sparisce dalla partita.
Insigne 5,5 - Pochi guizzi, poche invenzioni. Gioca molto lontano dall'area di rigore, anche a causa di un baricentro di squadra spesso troppo basso
Bakayoko 5 - Si ritrova spesso fuori posizione a rincorrere gli avversari, commette un'ingenuità enorme in occasione del rigore, che per sua fortuna Ospina neutralizza.
Ospina 7 - Una super parata su Aboukhlal nel primo tempo, una risposta da fuoriclasse su Koopmeiners in occasione del rigore. Rientra tra i pali dopo gli acciacchi ed è subito decisivo.

Koopmeiners 6 - Per un'ora è il faro della squadra, che garantisce ordine, geometria e invenzioni. Poi "tradisce" sul più bello, fallendo il rigore del ribaltone.
Gudmunsson 5 - Un fantasma. Mai pericoloso, troppo leggero per poter reggere il confronto con Maksimovic e Koulibaly.
Wijndal 7 - Senza dubbio migliore in campo. Una spina nel fianco di Di Lorenzo, che costringe anche Politano a non affacciarsi quasi mai in avanti. Fa venire il mal di testa alla retroguardia azzurra con le sue discese e i suoi cross.

IL TABELLINO

AZ-Napoli 1-1
AZ (4-3-3): Bizot 6,5; Wijndal 7, Martins Indi 6, Hatzidiakos 5,5, Sugawara 6,5; Koopmeiners 6,5, De Wit 5,5, Midtsjo 6; Stengs 5,5, Gudmundsson 5 (25' st Boadu 5,5), Aboukhlal 6,5 (37' st Karlsson).
Allenatore: Slot 6
Napoli (4-3-3): Ospina 7; Di Lorenzo 6, Maksimovic 6, Koulibaly 6,5, Ghoulam 6 (21' st Mario Rui 6); Fabian Ruiz 6 (13' st Elmas 5,5), Bakayoko 5, Zielinski 5,5 (18' st Petagna 5,5); Politano 5,5 (18' st Lozano 5,5), Mertens 6,5 (21' st Demme 6), Insigne 5,5.
Allenatore: Gattuso 6
Arbitro: Buquet
Marcatori: 6' Mertens (N), 9' st Martins Indi
Ammoniti: Martins Indi (A), Wijndal (A), Demme (N)
Espulsi:

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments