Calcio ora per ora

Dest si fa espellere e gli Usa perdono, ct infuriato

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

Gli Stati Uniti sono stati sconfitti 2-1 in trasferta da Trinidad e Tobago ma si sono qualificati alle semifinali della Concacaf Nations League grazie alla vittoria per 3-0 ottenuta all'andata. Ma la partita a Port of Spain ha avuto come protagonista negativo l'ex milanista Sergino Dest, che ha perso la testa dopo un'ammonizione si è fatto espellere dall'arbitro guatemalteco sull'1-0 per gli Usa, determinando la sconfitta della sua squadra, e il ct Gregg Berhalter si è infuriato con lui. Ritenendo che l'arbitro avesse sbagliato assegnando una rimessa laterale a Trinidad, il giocatore ha calciato via il pallone ed è stato ammonito, quindi ha mimato un bacio all'arbitro ed è stato cacciato, Inoltre, nel tunnel degli spogliatoi ha litigato con due compagni di squadra che lo avevano rimproverato. "Non ci sono scuse per quello che ha fatto - ha affermato Berhalter -. Noi siamo orgogliosi di rimanere sempre disciplinati e rispettare qualsiasi decisione, giusta o sbagliata che sia. Quella di Dest non è stata la risposta giusta. È inammissibile". Il giocatore ora al Barcellona è stato criticato anche da alcuni compagni di squadre e ha voluto scusarsi sui social: "Voglio scusarmi con i miei compagni di squadra, lo staff, i tifosi e l'intera nazione per il mio comportamento; è stato inaccettabile, egoista e immaturo. Ho deluso la mia squadra. E' qualcosa da cui devo imparare e non accadrà più".